2 febbraio 2017 ore: 16:07
Immigrazione

Migranti, parlamentari tedeschi a lezione di accoglienza in Toscana

Una delegazione del Bundestag arriverà a Firenze il 7 febbraio per capire come funziona il modello di accoglienza diffusa e per piccoli gruppi tipico della regione
Migranti in fila, accoglienza, immigrazione

- FIRENZE – Il modello di accoglienza diffuso della Toscana fa scuola. E assieme a questo anche le buone pratiche e la partecipazione (da volontari) dei profughi a lavori socialmente utili e progetti di recupero ambientale o di sistemazione di arredi e spazi urbani, che hanno visto la luce in più realtà e che hanno favorito conoscenza e coesione sociale. Così, incuriositi e per studiare più da vicino questo modello, una delegazione di cinque parlamentari del Bundestag tedesco saranno a Firenze martedì 7 febbraio 2017. In particolare saranno in città per incontrare ideatori, operatori e ospiti del progetto "Accoglienza solidale" portato avanti da Aics con Aig. Ci sarà anche l'assessore all'immigrazione della Toscana, Vittorio Bugli.

L'appuntamento è a partire dalle 15.30 a Villa Camerata, al civico 4 di viale Augusto Righi, dove in collaborazione con enti e istituzioni locali, tra cui Regione, Prefettura e Comune di Firenze, Aics e Aig (Associazione italiana cultura sport e Associazione Italiana alberghi della gioventù) hanno accolto 103 migranti. La visita dei cinque parlamentari tedeschi servirà a capire in che misura l'esempio toscano possa essere esportato anche all'estero.  La delegazione rappresenta tutti i partiti presenti nell'intero Bundestag ed è composta da Gero Storjohann e Michael Vietz (Cdu-Cus), Udo Schiefner (Spd), Kerstin Kassner (Die Linke), Beate Muller-Gemmeke (Bundnis 90/Die Grunen), accompagnati dal console generale aggiunto e dal console onorario della città.

Oltre all'assessore Bugli saranno presenti, tra gli altri, Valeria Gherardini, coordinatrice di Aics Accoglienza solidale, il presidente nazionale Aics Bruno Molea, il presidente nazionale Aig Filippo Capellupo, l'assessore all'accoglienza del Comune di Firenze Sara Funaro e la dirigente della prefettura, responsabile dell'immigrazione, Alessandra Terrosi.  

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news