24 novembre 2015 ore: 16:37
Famiglia

Minori: robot o super bici, in 300 a Bologna sognano di fare impresa

C'e' chi sogna di produrre piccoli robot, chi vuol diventare esperto nella manutenzione di bici da corsa, chi crede ancora nell'e-commerce e chi ama 'progettare' software. Sono 300 i ragazzi che vogliono fare impresa a Bologna e che impareranno fin ...
Progetto "Verso il futuro" Cna
Progetto "Verso il futuro" Cna

C'e' chi sogna di produrre piccoli robot, chi vuol diventare esperto nella manutenzione di bici da corsa, chi crede ancora nell'e-commerce e chi ama 'progettare' software. Sono 300 i ragazzi che vogliono fare impresa a Bologna e che impareranno fin dalle scuole superiori come si fa. Iscritti alle classi terze di 10 istituti locali tra licei e scuole tecniche, tutti hanno partecipato ai corsi di "Verso il futuro", il progetto triennale realizzato e finanziato da Cna, Ecipar (la societa' di formazione di Cna) e Banca di Bologna, con la media partnership del "Corriere di Bologna". Dopo che il progetto ha conosciuto lo scorso anno un avvio di laboratorio sperimentale alle Aldini Valeriani sotto l'insegna "Move your future", quest'anno erano 360 i candidati iniziali. Il piano di formazione, completamente gratuito per gli studenti e per gli Istituti, e' costato 240.000 euro, divisi a meta' tra Banca di Bologna e Cna: la durata e' triennale (il 19 ottobre scorso e' partito il primo gruppo, che finira' a maggio) ed e' strutturato tramite 80 ore annue in aula durante l'anno scolastico (un incontro a settimana da ottobre a maggio) e 80 ore annue di tirocini durante il periodo estivo.

I docenti di "Verso il futuro" sono consulenti aziendali con esperienza come formatori e imprenditori del territorio. Il programma formativo comprende testimonianze di giovani imprenditori del territorio, lezioni sui modelli di organizzazione aziendale, orientamento al mercato, basi di gestione economico-finanziaria; gli allievi impareranno quindi a costruire un business plan, a comunicare il proprio progetto, a conoscere il significato di "project management". L'ex bomber del Bologna ed attuale club manager della societa' rossoblu, Marco Di Vaio, inviera' fra l'altro un videomessaggio di augurio ai ragazzi.

DIREGIOVANI) Bologna, 24 nov. - Alla fine dei tre anni, insomma, "tutti saranno pronti a simulare la loro impresa", spronano i promotori oggi riuniti nella sede di Banca di Bologna a Palazzo De' Toschi, a partire da Cinzia Barbieri, segretario di Cna Bologna, Enzo Mengoli, direttore generale di Banca di Bologna, Enzo Mengoli, direttore di Ecipar Bologna. Dopo il primo anno di lezioni in aula, saranno centinaia le aziende del territorio che verranno coinvolte dagli stage estivi in cui i ragazzi potranno mettere in pratica le capacita' di analisi aziendale acquisite.

Nelle prime ore di lezioni che si sono tenute nei 10 istituti bolognesi coinvolti (oltre alle Aldini Valeriani il Keynes di Castel Maggiore, il Mattei di San Lazzaro, gli Itc Manfredi Tanari e Rosa Luxemburg, l'Isis Archimede di San Giovanni in Persiceto, i licei Arcangeli, Copernico, Minghetti, l'Itcs Salvemini di Casalecchio. Collaborano al progetto giovani che l'impresa l'hanno gia' costituita, come Carolina Wyser ed Ivan Olgiati di Articolture, e il tutto viene animato dai ragazzi di Radio Immaginaria, "l'unica radio di adolescenti in Italia". Non manchera' una festa in discoteca sabato 28 novembre, all'Hobby One di via Mascarella.

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news