22 settembre 2022 ore: 16:14
Immigrazione

Minori stranieri non accompagnati, una cena di beneficenza per "La casa che vorrei"

Ad organizzarla è l’associazione di tutori volontari “Di Sana Pianta” di Palermo. I ricavi serviranno ad arredare un appartamento confiscato alla mafia destinato ai minori migranti

PALERMO - Una cena di autunno dal sapore speciale. E’ l’appuntamento all’insegna della solidarietà proposto dall’associazione di promozione sociale “Di Sana Pianta”. Il 25 settembre si potrà partecipare ad una cena al Solemar Club (lungomare Cristoforo Colombo, 2109 – Palermo). Con un contributo minimo di 30 euro a testa, si potrà sostenere il progetto intitolato “La Casa che vorrei”.

Nello specifico, l’associazione ha in gestione un appartamento confiscato alla mafia che necessita di arredamenti, utensili, elettrodomestici e quant’altro possa permettere a persone in stato di necessità di poterlo abitare.

In particolare, Di Sana Pianta è composta da un gruppo di tutori volontari di minori stranieri non accompagnati. Si tratta di adulti che volontariamente e gratuitamente seguono ragazzi immigrati che in Italia non hanno nessun parente.

Purtroppo all’età di 21 anni la tutela nei loro confronti si esaurisce e inizia un periodo critico e delicato: vengono messi fuori dalle comunità in cui prima potevano stare; così non hanno casa, né un lavoro stabile e dignitoso. Attualmente nell'appartamento sono ospitati 3 ragazzi non più residenti nelle comunità, una mamma ucraina con due bambini e una donna della Costa D'Avorio che nel salire sul gommone, per la calca e per la violenza dei trafficanti, era stata separata dal bambino di due anni. Il piccolo, arrivato da solo a Palermo, è stato affidato come tutore alla vicepresidente dell’associazione Di Sana Pianta che, dopo tante ricerche, ha ritrovato la mamma e l’ha fatta ricongiungere col proprio figlio.

"Insomma, tante storie dentro queste quattro mura - scrivono gli organizzatori - che grazie alla cena di beneficenza, promossa per il 25 settembre al Solemar di Palermo, potranno diventare uno scrigno di sogni e speranze che man mano si realizzano". Per partecipare alla cena è obbligatoria la prenotazione su whatsapp allo 0918248089 o al 3774716768.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news