8 marzo 2012 ore: 18:25
Non profit

Nasce a Gaza il primo centro per l’infanzia in architettura bioclimatica

ROMA - Aule polifunzionali, educazione alla salute ed uno sportello per le famiglie. L’ “asilo -tenda” per i beduini palestinesi realizzato con la Cooperazione Italiana e co-progettato da ARCò e dallo Studio MC A sarà presentato il 19 marzo a Gaza. C...
ROMA - Aule polifunzionali, educazione alla salute ed uno sportello per le famiglie. L’ “asilo -tenda” per i beduini palestinesi realizzato con la Cooperazione Italiana e co-progettato da ARCò e dallo Studio MC A sarà presentato il 19 marzo a Gaza. Costruire in pochi mesi, con poche risorse in una zona semidesertica di confine e di conflitto. Costruire per restituire armonia al territorio creando un luogo di incontro, di crescita e di gioco per i piccoli e le mamme della comunità beduina locale. È questa la sfida che l’ONG Vento di Terra ha raccolto realizzando il primo centro polifunzionale per l’infanzia in architettura bioclimatica della Striscia di Gaza: “La Terra dei Bambini”.  Il progetto “Architettura di Pace per l’educazione a Gaza” verrà presentato il prossimo 19 marzo alle 10.00 (ora locale) ad Um al Nasser (Gaza). L’edificio è stato co-progettato dal gruppo ARCò – Architettura e Cooperazione - che ha realizzato con Vento di Terra le scuole per i beduini Jahalin - e dallo Studio MC A Mario Cucinella Architects. Costruito in pochissimi mesi con la tecnica degli “earth bag”, dotato di pannelli fotovoltaici e di un impianto di fitodepurazione,  “La Terra dei Bambini”  rappresenta  un modello di eccellenza. Gli insegnanti seguono metodi pedagogici innovativi basati sul coinvolgimento diretto e sull’”educazione alla pace”. Durante l’evento sarà possibile visitare l’edificio ed incontrare i docenti, le famiglie e i piccoli della comunità di Um al Nasser. È prevista la partecipazione di rappresentanti del Consolato Italiano, delle autorità locali e delle agenzie internazionali. Saranno, inoltre, presenti il presidente di Vento di Terra Massimo Annibale Rossi ed il gruppo ARCò - Architettura e Cooperazione. Il progetto “Architettura di pace per l’Educazione a Gaza” è stato reso possibile grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri, della Conferenza Episcopale Italiana, dei Comuni di Milano, Sesto San Giovanni (MI) e Bresso (MI), L.U.S.H. Italia e della rete di sostenitori di Vento di Terra ONG.
© Copyright Redattore Sociale