25 giugno 2024 ore: 14:31
Disabilità

Nasce “Daccapo Marche”, la birra realizzata da giovani autistici

Prodotta da Birra Acca, è pensata per promuovere l’inclusione lavorativa e l’aggregazione attraverso un prodotto di altissima qualità
La Birra Daccapo Marche prodotta da Birra Acca

ROMA – Dopo il biscotto, è arrivata la birra. Ma non una qualsiasi: è infatti prodotta da Birra Acca, un birrificio artigianale marchigiano in cui lavorano adolescenti e giovani adulti con diagnosi dello spettro autistico. Il progetto, ideato dalla cooperativa sociale Senza Rete e Astuta Ability Academy Aps, vuole promuovere l’inclusione lavorativa e l’aggregazione attraverso un prodotto di altissima qualità. La birra vuole essere un simbolo di connessione con la società, attraverso cui rompere le barriere e costruire ponti tra le persone. Il logo, un punto e virgola, è una rappresentazione visiva di un inizio che apre le porte a molto di più: il primo passo di un racconto più ampio.

Ma visto che le cose non accadono mai a caso, l’incontro non poteva che avvenire con RisorgiMarche, festival sempre più inclusivo. Ecco allora nascere la birra “dACCApo Marche” grazie al contributo di Francesco Tenaglia, che ne ha curato la progettazione, con la precisa idea di ripartire conservando lo stesso Dna ma con la voglia di inserire nuove tematiche e nuovi spazi capaci di dare voce all’intero territorio. La dimostrazione – scrivono i promotori – è che si può fare rete, comunicare e utilizzare il linguaggio del marketing in modo etico, consapevole, sostenibile e creativo.

La birra, che verrà presentata in anteprima al concerto di Dardust sabato 6 luglio a Ussita, sarà acquistabile con un pack creato ad hoc durante le tappe del Festival, insieme ai biscotti di Frolla Microbiscottificio e ai prodotti dell’Anffas Sibillini Onlus.

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news