14 aprile 2015 ore: 15:42
Disabilità

Nuovo Isee e disabilità, Crivellari (Pd): c'è l'impegno a correggere le storture

Dopo l'incontro con il sottosegretario Biondelli il deputato si dice fiducioso che verranno apportate le "giuste correzioni". Indennità non è un reddito disponibile ma "diritto per garantire ai più deboli pari opportunità". Istituito un comitato di monitoraggio con e sindacati e associazioni
Disabile accompagnata a fare spesa

ROMA - “Dopo l’incontro con il sottosegretario Franca Biondelli, a cui ho presentato le segnalazioni di associazioni, sindacati e cittadini, sono fiducioso che verranno fatte le giuste correzioni del calcolo Isee per quanto riguarda il cumulo dei redditi sull’invalidità ed accompagnatoria per i portatori di disabilità. La sottosegretaria ci ha confermato l’impegno del governo su questo punto”. Lo dice Diego Crivellari, deputato del Pd.

“Ho voluto incontrare – ha continuato Crivellari – il Sottosegretario alle Politiche Sociali Franca Biondelli, sottoponendogli le difficoltà riscontrate, segnalate da alcune associazioni e direttamente da numerosi disabili. Il sottosegretario mi ha confermato che ci sarà un impegno a breve sul tema e che è stato istituito presso la Presidenza del Consiglio un comitato di monitoraggio che comprende sindacati e associazioni. Inoltre la stortura che si è venuta a creare è stata già oggetto di giudizio negativo dal Tar del Lazio che ha dichiarato come l'indicatore della situazione economica, entrato in vigore nei primi mesi del 2015, avesse apportato condizioni notevolmente sfavorevoli nei confronti di chi vive un handicap".

Crivelli si dice "fermamente concorde con chi sostiene che nella nozione di reddito, che dovrebbe riferirsi ad incrementi di ricchezza, non possono essere compresi gli emolumenti riconosciuti a titolo compensativo o risarcitorio a favore delle situazioni di disabilità, quali le indennità di accompagnamento, le pensioni o gli indennizzi da danno invalidante". "Non si tratta di un reddito disponibile per le famiglie o per i singoli ma di un diritto per garantire ai più deboli pari opportunità. Confido nelle parole del sottosegretario Biondelli – ha concluso Crivellari – poiché vista la gravità è necessario intervenire al più presto”.

© Copyright Redattore Sociale