15 aprile 2020 ore: 11:53
Disabilità

Coronavirus, ogni settimana duemila spese a casa degli anziani toscani

"Sos Spesa", servizio dedicato a chi ha più di 65 anni e non è autosufficiente, è partito il 25 marzo. E' organizzato da Esculapio, Croce Rossa, Anpas e Misericordia, in collaborazione con Unicoop Firenze e Coop Centro Italia

FIRENZE - Si chiama "Sos Spesa" il servizio di consegna a domicilio attivato in Toscana durante l'emergenza da coronavirus, dedicato a chi ha più di 65 anni e non è autosufficiente. Partita il 25 marzo, l'iniziativa è organizzata dalle associazioni di volontariato Esculapio, Croce Rossa, Anpas e Misericordia, in collaborazione con Unicoop Firenze e Coop Centro Italia ed è attiva nei Comuni delle province di Arezzo, Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Il progetto si accompagna al servizio di consegna della spesa reso possibile dal protocollo d'intesa che Coop ha firmato con Anci e Protezione civile, attuato dai municipi e dalle associazioni di volontariato locale. In tutto sono circa 2.000 le spese preparate da Unicoop Firenze e consegnate dai volontari ogni settimana ad altrettanti anziani e persone che non possono uscire.

Per accedere al servizio, dedicato esclusivamente alle persone più vulnerabili, basta contattare il numero verde 800814830 dalle 9 alle 15 dal lunedì al venerdì oppure compilare la lista della spesa disponibile online al link https://www.coopfirenze.it/servizio-sosspesa, che prevede l'indicazione di prodotti generici che saranno acquistati all'interno di un insieme di prodotti che costituiscono la dispensa di base.

Segue la chiamata di un operatore per confermare l'ordine e comunicare la data di consegna della spesa, effettuata a partire dal giorno successivo grazie ai volontari delle associazioni coinvolte nell'iniziativa e seguendo tutte le misure di sicurezza e di tutela della salute. La spesa viene pagata in contanti o con carta di credito, bancomat e prepagata. La consegna è gratuita.

"La spesa oggi è un servizio essenziale che la cooperativa garantisce a chi viene nei nostri punti vendita e a chi non può spostarsi da casa, perché anziano o con patologie. Il servizio di consegna a domicilio per le persone non autosufficienti per la spesa ha per noi una forte valenza sociale e lo facciamo in collaborazione con il mondo del volontariato toscano, con l'obiettivo di tutelare le fasce più deboli della popolazione, che sono anche quelle messe più a dura prova in questo momento di emergenza sanitaria. Siamo soddisfatti di vedere che in questo modo siamo utili e restiamo vicini a molti", fanno sapere da Unicoop Firenze. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale