27 novembre 2008 ore: 15:25
Società

Oltre 250 iscritti al seminario per giornalisti di Capodarco

Da domani a domenica, con un record di partecipanti, comincia la XV edizione dell'appuntamento organizzato da Redattore Sociale. Si parte dagli ''Algoritmi'' per andare oltre i motori di ricerca. Tra i temi: razzismo, migranti e media
Algoritmi - Depliant

Algoritmi - Depliant

CAPODARCO DI FERMO - Sono oltre 250 gli iscritti da tutta Italia alla XV edizione di Redattore Sociale, il seminario per giornalisti organizzato dalla omonima agenzia presso la Comunità di Capodarco. Un numero record di partecipanti, che da domani a domenica 30 novembre si confronteranno con i relatori a partire dalla parola “Algoritmi”, ascoltando le loro “lezioni per capire e raccontare la realtà. Oltre i motori di ricerca”. Tra loro, per la prima volta, anche una ventina di giovani free lance che hanno vinto le borse di studio bandite dagli Ordini dei giornalisti della Lombardia e dell’Emilia-Romagna.

 

La formula di quest’anno è leggermente cambiata: eliminati i seminari paralleli del sabato mattina, al loro posto per tutta la giornata del 29 due grandi plenarie condotte rispettivamente dall’economista Loretta Napoleoni e dal giornalista Pino Corrias. La prima sui “sottoscala dell’economia”, con l’analista finanziaria Claudia Segre e il giornalista missionario padre Giulio Albanese. La seconda sui “metodi dell’inchiesta sociale”, con gli scrittori Walter Siti e Maurizio Braucci, il giornalista Alessandro Leogrande, il ricercatore sociale Stefano Laffi.

La domenica due grandi interviste in sequenza: di Maria Nadotti a Rosaria Capacchione, giornalista del Mattino sotto scorta; di Giovanni Maria Bellu (neo-direttore de L’Unità) al critico Goffredo Fofi (direttore della rivista Lo Straniero).

 

Si comincia dunque domani, venerdì 28 novembre, dopo l’apertura di don Vinicio Albanesi, con una sessione interamente dedicata alla rappresentazione dei migranti sui mass media e al razzismo: presenti Franco Siddi e Marco Volpati, rispettivamente segretario della Federazione della stampa e consigliere dell’Ordine nazionale dei giornalisti, cioè delle due istituzioni che a giugno hanno sottoscritto la “Carta di Roma” su immigrazione e informazione. Si partirà proprio da questa carta, che prevede anche l’attivazione di un Osservatorio per il monitoraggio del tema, per poi ascoltare una riflessione di don Giovanni Nicolini (già direttore della Caritas di Bologna) sul “razzismo sdoganato” e un dibattito aperto dall’intervento di  Maxia Zandonai, delegata ai temi sociali per l’UsigRai, il sindacato dei giornalisti Rai.

 

Nella seconda parte una presentazione-performance del libro di Milena Magnani “Il circo capovolto” (“Parole dalla soglia di un campo rom”), con l’attore Andrea Lupo e il musicista David Sarnelli. Durante i tre giorni di lavoro saranno proiettate alcune opere vincitrici della IV edizione del “Premio L’Anello debole”, promosso dalla Comunità di Capodarco.

Il programma aggiornato e gran parte dei materiali che verranno distribuiti sono disponibili all’indirizzo www.giornalisti.redattoresociale.it dove sono disponibili anche gli atti di tutte le edizioni precedenti. 

Informazioni: 0734 681001 – 348 3027434 – giornalisti@redattoresociale.it

© Copyright Redattore Sociale