9 marzo 2017 ore: 09:28
Disabilità

Online SuperAbile Magazine di marzo: inchiesta su violenza e donne disabili

Nel numero di marzo del mensile SuperAbile Inaill l'inchiesta sulle donne vittime di violenza. Intervista a Dario Sorgatogli, che ha la sindrome di Usher. Fra i servizi, uno è dedicato ai progetti italiani che in Siria ridanno speranza ai bambini disabili
Superabile Inail - Marzo 2017
La copertina del numero di marzo
Superabile Inail - Marzo 2017

ROMA - Non si pensa quasi mai che fra le donne vittime di violenza ci sono anche le donne con disabilità. Approfondisce questo delicato tema, con dati e storie, l’inchiesta pubblicata sul numero di marzo del mensile SuperAbile Inail; fra le testimonianze, quella di Osanna Brugnoli, oro scherma ai Giochi paralimpici ’80 e ’84. Quando aveva 21 anni, nel 1977, fu intenzionalmente coinvolta in un grave incidente stradale dal suo compagno. All’epoca era agli inizi di una brillante carriera come modella e attrice di fotoromanzi: il regista Franco Zeffirelli la volle in un suo film.

Nello stesso numero, l’intervista a Dario Sorgato. Nato e cresciuto a Sant’Angelo di Piove (Padova), a 16 anni gli è stata diagnosticata la sindrome di Usher, patologia che provoca una sordità alla nascita associata a una graduale perdita della vista. Ha scritto e pubblicato libri di successo, dopo aver lavorato come progettista ricercatore e tutor al politecnico di Milano. Ha girato mezzo mondo: Australia, Nuova Zelanda e, partendo da Città del Capo, ha attraversato l’oceano su un vascello per raggiungere le coste del Brasile. L’ultima sua avventura è #YellowTheWorld, una campagna di sensibilizzazione sulla sindrome di Usher e l’ha messa in atto partendo dall'Himalaya. Con un documentario su questa impresa che raccoglie tante voci e testimonianze provenienti da tutto il mondo. -

Fra i servizi, uno è dedicato ai progetti italiani che in Siria ridanno speranza ai bambini disabili. Dopo che Armadilla onlus ha portato una delegazione di medici fisiatri siriani a Bologna (ospiti di Fondazione Asphi, Istituto ortopedico Rizzoli, Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio e Rehabilition Institute Montecatone di Imola) per verificare la possibilità di collaborazione con il Centro di riabilitazione Zam di Damasco, ecco come procede il progetto in materia di disabilità nato grazie a un cofinanziamento di Opm Chiesa valdese, Unicef e Cooperazione italiana a Beirut.

Illustrazione di Sabrina Lupacchini
Sasette 1 - FOTO SUPERABILE

Tornando nella penisola, in particolare nell’Oltrepò Pavese, dal 2005 a Cascina Rossago l’Orchestra invisibile è costituita da 14 percussionisti con autismo e altrettanti studenti, specializzandi e docenti dell’Università di Pavia, legati dalla passione per la musica e l’interesse per la ricerca scientifica. L’Orchestra suona ogni venerdì pomeriggio, con un repertorio jazz mainstream; poiché la presenza di un pubblico turberebbe molti dei suoi componenti, i genitori hanno inventato un paravento trasparente che li fa sentire protetti. Ancora, spazio a Farhan Hadafo, 19enne somalo trapiantato da 12 anni a Torino, affetto da una malattia rara: la scorsa estate è stato l’unico atleta a partecipare (nella corsa) alle Paralimpiadi di Rio sotto la bandiera del suo Paese. Grazie alla mobilitazione di San Salvario, il quartiere in cui vive, insegnanti, amici, che gli hanno comprato la carrozzina speciale per gareggiare.

Nelle pagine anche un servizio sugli scavi di Pompei accessibili e un portfolio fotografico dedicato a Noemi, bimba di 4 anni affetta da Sma1. Infine, l’infografica si focalizza sulla partecipazione degli alunni disabili alle gite scolastiche, con grandi differenze regionali: buona alle uscite didattiche giornaliere, cala quella delle gite con pernottamento (alle medie ci vanno solo 2 alunni disabili su 10). (lab)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news