11 novembre 2014 ore: 12:13
Giustizia

Opg, ancora 750 persone internate. Grasso: serve soluzione di civiltà

Il presidente del Senato ricorda che l'ultima proroga alla chiusura degli opg scade nell'aprile 2015: "Rafforzare i dipartimenti di salute mentale e collaborare con tutti enti coinvolti per evitare il ricorso all'internamento. Il malato non cessa di essere una persona cui la costituzione concede diritti inalienabili"
Franco Guardascione Internauti - Opg 8

Opg Montelupo Fiorentino, anno 2009

ROMA - "Oggi è un'importante occasione di dibattito per una questione che da troppo tempo richiede una soluzione": così il presidente del Senato Piero Grasso è intervenuto questa mattina al convegno "Opg, salute mentale e diritti umani" organizzato dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato alla sala Zuccari di palazzo Giustiniani questa mattina. "E' la terza volta che affronto il tema e ancora non si è giunti a un punto di civiltà e rispetto, nonostante i passi avanti, che hanno portato a 750, secondo gli ultimi dati, il numero di ricoverati in Opg". Il presidente del Senato ha ricordato che l'ultima proroga alla chiusura degli opg scade nell'aprile 2015 e ha sostenuto l'importanza di "Rafforzare i dipartimenti di salute mentale" e "collaborare con tutti  enti coinvolti per evitare il ricorso all'internamento". "Il malato non cessa di essere una persona cui la Costituzione concede diritti inalienabili". (ludovica jona)
 
 
 
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news