14 luglio 2015 ore: 10:19
Giustizia

Opg di Montelupo, 58 internati fanno ricorso per sequestro di persona

Istanze presentate dai detenuti insieme all’associazione L’altro diritto e al garante dei detenuti Corleone al magistrato di sorveglianza affinché si pronunci sull’illegittimità della detenzione dei pazienti oltre il 31 marzo del 2015
Opg: uomo con la testa nascosta nella giacca

FIRENZE – L’internamento negli Opg oltre il 31 marzo 2015 è illegittima. E’ quanto dicono 58 detenuti dell’Opg di Montelupo nell'ambito del convegno "La chiusura degli Opg alla prova dei cento giorni" in corso a Firenze. I reclusi hanno presentato istanza, insieme al garante dei detenuti toscano Franco Corleone e all’associazione L’altro diritto, alla magistratura di sorveglianza affinché si pronunci su “una gravissima violazione dell’articolo 13 della Costituzione che garantisce la libertà personale dei cittadini”.
E’ proprio l’associazione L’altro diritto che sta investendo della questione la magistratura di sorveglianza fiorentina, a seguito delle richieste di numerose internati dell’Opg di Montelupo Fiorentino, che denunciano l’illegittimità della propria detenzione. Oggi l’associazione sta aiutando gli internati a scrivere le istanze al fine di ricorrere al giudice per far valere la violazione dei loro diritti a seguito di inosservanza di norme da parte dell’amministrazione penitenziaria. Il garante Corleone ritiene che continuare a trattenere gli internati negli Opg potrebbe configurare un’ipotesi di sequestro di persona e chiede che la magistratura si esprima in tempi brevi e la Regione Toscana, relativamente all’Opg di Montelupo, fornisca risposte coerenti e metta fine a questa “gravissima situazione”. (js)

 

© Copyright Redattore Sociale