29 luglio 2021 ore: 13:32
Società

Parità di genere per gli incarichi regionali: via libera alla legge toscana

Il presidente del Consiglio Mazzeo: “Con questa modifica, ci deve essere parità di genere nelle nomine, non solo nella presentazione delle candidature”

FIRENZE - “Abbiamo approvato una legge regionale che permette un passo ulteriore verso le pari opportunità. Era un impegno preso non appena eletto presidente del Consiglio regionale e sono davvero contento di essere riusciti rapidamente a tradurlo in pratica. Da oggi, infatti, tutti gli incarichi regionali dovranno assicurare la parità effettiva tra uomini e donne”. Così il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, dopo l’approvazione delle nuove disposizioni per gli incarichi regionali.  
“La norma – spiega il presidente – diceva che per qualunque nomina si dovevano presentare due nomi, uno di un uomo e uno di una donna, ma poi alla fine il Consiglio regionale poteva scegliere di nominare persone tutte dello stesso sesso. Con questa modifica, ci deve essere parità di genere nelle nomine, non solo nella presentazione delle candidature”.
Il presidente dell’Assemblea toscana ringrazia “i colleghi dell'Ufficio di presidenza per il lavoro fatto e la Commissione pari opportunità, grazie alla quale abbiamo approvato emendamenti ulteriormente migliorativi del testo. Si tratta di una scelta importante che va nella direzione giusta e che ci permette di essere la prima regione in Italia a fare un passo avanti così concreto ed effettivo nell'uguaglianza di genere. Non possiamo guardare il mondo con gli occhi di un solo genere. Buona politica è quella capace di dare risposte”.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news