23 novembre 2017 ore: 16:18
Economia

Pensioni, no all'aumento dell'età per 14.600 persone, non c'è l'Ape social

Le 15 categorie di lavori gravosi escluse dall'aumento dell'eta' pensionabile a 67 anni, che scattera' nel 2019, riguarda 14.600 persone. Lo prevede l'emendamento alla manovra del governo che ha recepito le norme condivise tra governo Cisl e ...

Roma - Le 15 categorie di lavori gravosi escluse dall'aumento dell'eta' pensionabile a 67 anni, che scattera' nel 2019, riguarda 14.600 persone. Lo prevede l'emendamento alla manovra del governo che ha recepito le norme condivise tra governo Cisl e Uil e che e' stato depositato in commissione al Senato. Nel testo manca pero' l'allargamento dei requisiti di accesso all'Ape social per le lavoratrici con figli. I lavoratori interessati dalle misure discusse al tavolo di Palazzo Chigi salgono a 15.400 nel 2020 per arrivare a 20.200 nel 2023 e 20.900 nel 2027. I maggiori oneri pe ril sistema valgono 100 milioni nel 2019 per giungere a 166 mln nel 2027. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale