28 febbraio 2017 ore: 13:43
Disabilità

Piano per la non autosufficienza, Inps: sarà il primo problema

Nel prossimo decennio quello della non autosufficienza sara' 'il' problema": il commento del presidente dell'Inps, Tito Boeri, che ha illustrato il progetto "Home care premium 2017". il piano Hcp 2017 è finanziato con 220 milioni e arriverà a quasi 300 milioni l'anno prossimo
Non autosufficienza: mano su carrozzina

Roma - "In Italia c'e' un deficit di assistenza alle persone non autosufficienti" ed e' arrivato il momento di invertire la tendenza e "cominciare ad anticipare i problemi. Nel prossimo decennio quello della non autosufficienza sara' 'il' problema". Cosi' il presidente dell'Inps, Tito Boeri, illustrando in conferenza stampa il progetto 'Home care premium 2017' (Hcp).

"Di fronte alle dimensioni che questo problema assumera' nei prossimi anni bisognera'  proprio per la non autosufficienza. Il Fondo nazionale- ricorda- ha subito una progressiva erosione, oggi e' di 400 milioni dopo che in passato aveva sfiorato anche il miliardo di euro". L'Inps invece, spiega Boeri, dimostra "una grande attenzione" alla non autosufficienza con il piano 'Hcp 2017' finanziato con 220 milioni per arrivare poi a quasi 300 milioni l'anno prossimo. "Prenderemo in carico 30 mila persone", annuncia il direttore centrale Rocco Lauria, con "una prestazione massima che arriva ai mille euro" per la disabilita' gravissima.

Il progetto e' rivolto ai dipendenti e ai pensionati della pubblica amministrazione ed e' alimentato dal prelievo obbligatorio dello 0,35% sulle retribuzioni del personale pa in servizio; dallo 0,15% versato su base volontaria dai pensionati; dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti e dalle quote versate come compartecipazione alle spese a fronte di alcune prestazioni ricevute. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale