3 ottobre 2016 ore: 09:23
Disabilità

Ponte sullo Stretto, le 15 proposte alternative di Iacopo Melio

Il giovane disabile, fondatore della campagna "Vorrei prendere il treno", scrive al premier proponendogli 15 alternative al ponte sullo stretto. "Costruire Ponti (in senso ideologico e umanitario) è di fondamentale importanza, ma ancor prima dobbiamo imparare ad abbattere i Muri"
Ponte sullo stretto di messina, progetto

- FIRENZE - Iacopo Melio, il giovane disabile fondatore della campagna ‘Vorrei prendere il treno’ scrive al premier Matteo Renzi proponendogli 15 alternative al ponte sullo stretto e lanciando il suo appello (già diventato virale) su facebook. “Ho deciso di suggerirti – scrive Melio rivolgendosi a Renzi - ben 15 alternative che potresti finanziare con gli 8 miliardi preventivati per la tanto mitologica opera. Sono certo che già questa piccola lista renderebbe il nostro bel Paese su misura di più persone, diventando più civile e più inclusivo”. E poi si elencano tutte le proposte con tanto di spesa economica relativa. Sommate tutte assieme, fanno più o meno 8 miliardi. 

Come prima cosa Melio propone ‘Scivoli per marciapiedi’ (costo 533 milioni), utili a disabili ma anche a madri col passeggino, anziani o persone temporaneamente infortunate. Poi la proposta di ‘Ore di sostegno scolastico (363 milioni), per una scuola che sia davvero “buona”. Al terzo punto, per un valore di 53 milioni, la realizzazione di parcheggi per invalidi. Poi le rampe in alluminio mobili (16 milioni), da distribuire ai negozi dei centri storici che non sono accessibili. E ancora, al punto 5, 8 milioni di sedie Job da fornire agli stabilimenti balneari dei nostri bellissimi litorali. Poi 5 milioni per sedute di ippoterapia per la durata di un anno, ovvero un'ora a settimana, per bambini autistici. Al settimo punto si propone di investire 1 milione e 600 mila euro per carrozzine manuali per chi non può permettersene una. E ancora 615 mila euro per cani guida compreso addestramento completo. Al nono punto 533 mila euro per protesi agli arti inferiori, elettroniche e super leggere. Decimo punto, 400 mila euro per ascensori da installare negli edifici pubblici o da donare in appartamenti con un "neo" disabile. Poi 320 mila per impianti cocleari per bambini sordi fin dalla nascita. E ancora 266 mila per automobili accessibili con pedane automatiche di ultima generazione, da usare per il trasporto scolastico di ragazzini disabili. Al punto numero 13, Melio propone 166 mila euro per progetti di Vita Indipendente, potenziando quelli che già ci sono con ulteriori fondi. Poi 80 mila euro per creare parchi giochi inclusivi. E infine, al punto 15, 20 mila euro di autobus accessibili.

Questi sono le 15 proposte fatte da Melio a Renzi, in alternativa al ponte. “Caro Matteo, questi sono alcuni degli spunti che spero possano esserti utili soprattutto per capire che sì, costruire Ponti (in senso ideologico e umanitario) è di fondamentale importanza, ma ancor prima dobbiamo imparare ad abbattere i Muri. Perché per ottenere un'Italia su misura di tutti c'è ancora tanto, troppo da fare...”.  

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news