14 ottobre 2015 ore: 17:19
Economia

Povertà, Banco farmaceutico al governo: "Piano nazionale necessario"

L’appello alla politica a poche ore dalla presentazione del ddl stabilità. Preoccupano le nuove forme di disagio, come la povertà sanitaria e farmaceutica. "Famiglie e anziani non hanno più possibilità di acquistare medicinali per curarsi, nemmeno con prescrizione medica"

ROMA – “Un piano nazionale contro il disagio economico e sociale in maniera strutturata e condivisa anche con la società civile è quanto mai necessario”. A rilanciare e condividere l’appello al governo lanciato oggi dall’Alleanza contro la povertà è Paolo Gradnik, presidente della fondazione Banco Farmaceutico onlus in una nota diffusa al termine dell’incontro convocato oggi a Roma dalle organizzazioni dell’Alleanza. “La nostra esperienza ci dice che negli ultimi anni si stanno facendo largo nella società italiana nuove forme di povertà come quella sanitaria e farmaceutica – spiega Gradnik -. Nuovi fenomeni di disagio che coinvolgono molte famiglie e anziani che non hanno più la possibilità di acquistare medicinali per curarsi, nemmeno quelli con prescrizione medica”.

Per Gradnik, l’esperienza dell’Alleanza è un “unicum a livello nazionale perché per la prima volta sono stati raccolti attorno a un progetto e a temi comuni le principali realtà non profit italiane impegnate nel sociale”. Ad oggi, infatti, l’Alleanza contro la povertà conta bem 35 soggetti diversi, tra enti locali, sindacati e terzo settore. “Fare rete soprattutto nell’ambito del non profit – conclude Gradnik – è l’unico metodo per potere dialogare in maniera autorevole ed efficace con le istituzioni, sia locali che nazionali, e tutto questo non significa perdere la propria identità, ma anzi significa mettersi al servizio di un progetto nazionale molto più ampio”.

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news