3 ottobre 2020 ore: 14:37
Immigrazione

Processo a Salvini su Gregoretti. Udienza rinviata a novembre

La decisione del Gup è stata comunicata questa mattina. A fine novembre verranno sentiti anche Conte, Di Maio e Toninelli, poi sarà la volta del ministro Lamorgese. Salvini: “Torno a casa ancora più tranquillo”
Foto da Agenzia Dire Matteo Salvini

ROMA - E’ stata rinviata al prossimo 20 novembre l’udienza preliminare del processo a Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti. Il leader della Lega, ex ministro dell’Interno, è indagato per sequestro di persona aggravato. Questa mattina il giudice per le indagini preliminari ha rinviato l’udienza preliminare a fine novembre, quando saranno sentiti anche l’attuale presidente del Consiglio Giuseppe Conte, l’ex ministro dei trasporti Danilo Toninelli e l’ex vicepremier oggi ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Il 4 dicembre sarà puoi la volta della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. “Ero tranquillo, torno a casa ancor più tranquillo - ha commentato Salvini in conferenza stampa-. Ringrazio il giudice per quello che ha deciso. Questa è la trafila: adesso sarà qualcun altro che dovrà commentare cosa ha fatto e cosa non ha fatto”. 

Il caso risale al luglio del 2019 quando l’equipaggio della Gregoretti, una nave della Marina militare, operò un trasbordo di oltre 100 persone salvate al largo di Lampedusa da un pattugliatore, che aveva trovato un barchino in condizioni di distress. Ma a trasbordo effettuato alla nave fu ordinato di dirigersi prima verso Catania, poi verso il porto di Augusta. L’operazione avvenne nel pieno della campagna sui “porti chiusi” dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Così, come già avvenuto un anno prima con la nave Diciotti, non fu dato il via libera né per l’attracco né per lo sbarco, fu fornito solo un punto di fonda. La Gregoretti, con 131 persone a bordo,  rimase per giorni a largo della Sicilia. 


© Copyright Redattore Sociale