/ Immigrazione
19 febbraio 2015 ore: 11:56
Non profit

Raccolta fondi per combattere la malnutrizione infantile in Costa d'Avorio

Il Ciai lancia la campagna "Non ha voce. Ma ha fame" finalizzata alla realizzazione di un centro nutrizionale pubblico dedicato a 500 bambini sotto i 5 anni, al sostegno di 100 donne madri o in attesa, e alla sensibilizzazione di 5 mila persone sul tema della malnutrizione
Campagna "Non ha voce. Ma ha fame. Locandina

ROMA - Il tasso di mortalità infantile dei bambini della Costa d’Avorio sotto i 5 anni è del 127 per mille, uno dei più alti al mondo. La malnutrizione cronica infantile raggiunge il 20,2% (di cui il 15% in forma severa) mentre il 50% dei piccoli in età prescolare soffre di anemia. Per questo motivo il Ciai – Centro italiano aiuti all’infanzia – ha lanciato la sua campagna di raccolta fondi “Non ha voce. Ma ha fame”, attiva fino al 4 marzo, per combattere la malnutrizione nel Paese africano.
La campagna – supportata anche dal numero solidale 45505 – è finalizzata a realizzare un centro nutrizionale pubblico dedicato a 500 bambini sotto i 5 anni che vivono in condizioni di salute e malnutrizione particolarmente critica. Il progetto è rivolto anche a 100 donne (già mamme o in attesa): alcune di loro riceveranno un sostegno per l’avvio di attività agropastorali che consentiranno quindi il sostentamento della famiglia. Circa 5 mila persone saranno coinvolte nelle attività di sensibilizzazione.

Campagna "Non ha voce. Ma ha fame. Locandina

Responsabilità verso il cibo. Il tema sarà promosso da CIAI anche tra i bambini italiani che spesso vengono educati ad uno stile alimentare poco consapevole. A questo proposito saranno ideate nelle scuole di Milano attività per bambini e ragazzi (scuole elementari e medie) affinché possano diventare cittadini responsabili nei confronti del cibo. Queste azioni rientrano nel quadro delle iniziative Expo Milano 2015.

Come donare. Attraverso il numero solidale 45505 dal 15 febbraio al 4 marzo 2015 sarà possibile donare e contribuire alla realizzazione del progetto Ciai. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce. Sarà di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TeleTu e Twt e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia e Fastweb.
Sul sito dell’associazione è invece possibile trovare maggiori informazioni riguardo alla campagna in atto oltrea le modalità per poter contribuire alla realizzazione di questo progetto, anche con donazione libera.

© Copyright Redattore Sociale