14 dicembre 2016 ore: 11:02
Salute

Rapporto Bes: si arresta l'aumento della vita media

L'Italia si conferma uno tra i paesi più longevi d'Europa, anche se la qualità della sopravvivenza, seppure in miglioramento, resta sotto la media europea. Nel 2015 la vita media alla nascita e' scesa leggermente, da 82,6 a 82,3 anni
Anziani. Mani su bastone - SITO NUOVO

Roma - L'Italia si conferma uno tra i paesi piu' longevi d'Europa, anche se la qualita' della sopravvivenza, seppure in miglioramento, resta sotto la media europea. Nel 2015 la vita media alla nascita e' scesa leggermente, da 82,6 a 82,3 anni. Cosi' l'Istat che oggi presenta la quarta edizione del 'Rapporto sul Benessere equo e sostenibile'.

L'incremento della mortalita' non ha avuto conseguenze sulla qualita' degli anni da vivere. Se rimane stabile la speranza di vita in buona salute alla nascita (58,3 anni) migliora sensibilmente la speranza di vita priva di limitazioni nelle attivita' a 65 anni (da 9,2 del 2013 a 9,7 del 2015).

La mortalita' infantile continua a diminuire (da 30 decessi ogni 10mila nati vivi del 2012 a 29,6 del 2013), soprattutto tra i bambini di genitori stranieri.

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news