22 gennaio 2019 ore: 14:15
Economia

Reddito di cittadinanza, Di Maio: "Chi non ha nulla avrà 780 euro. Questo è abolire povertà"

Il discorso del vicepremier alla kermesse dei Cinque stelle: “Recessione o meno non lasceremo indietro nessuno”. E annuncia che Mimmo Parisi, professore della Mississippi University, sarà il capo dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro
Agenzia Dire Luigi di Maio - Foto Agenzia dire

Foto Agenzia Dire

ROMA – Il reddito di cittadinanza è “una rivoluzione: quando parlavo di abolire la povertà volevo dire che da oggi chi non ha nulla riceverà 780 euro“. Così il vicepremier Luigi Di Maio, parlando alla kermesse dei Cinque stelle.

“Non so se stiamo andando o meno verso una fase di recessione ma noi non lasceremo indietro nessuno, non faremo come quelli prima che hanno aiutato le grandi imprese che avrebbero dovuto far girare il denaro”, ha detto il vicepremier.

Mimmo Parisi della Mississippi University sarà il capo della Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro”, annuncia Di Maio, presentando il professore pugliese che vive da trent’anni in America e ha aiutato il Movimento cinque stelle a ideare la figura del “navigator“.

"Mi sono presentato come avvocato del popolo - dice il premier Giuseppe Conte, presente all'evento M5S sul reddito di cittadinanza. - Oggi mi presento come garante di un nuovo patto sociale tra i cittadini e lo Stato: vogliamo realizzare questo nuovo patto sociale e io saro' garante dell'attuazione. 
"Vogliamo che tutti i cittadini possano prenderne parte: il reddito di cittadinanza sara' pilastro portante e vigilero' con tutti gli strumenti a disposizione affinche' questo progetto non sia deturpato da furbizie, abusi e storture di sorta", aggiunge.

© Copyright Redattore Sociale