Famiglia

Resistere a ogni istituzionalizzazione della vecchiaia

Numero: n. 277 - novembre 2013
Quanto le organizzazioni che lavorano con anziani intravedono i rischi dell’istituzionalizzazione?

Il confronto sui problemi degli anziani sembra oggi limitarsi alla comprensibile dialettica tra domiciliarità e residenzialità. Tale dialettica lascia nell’ombra un nodo delicato: la neo-istituzionalizzazione dell’anziano oggi. Che sia a casa o in una residenza, che sia in un contesto sociale o in uno sanitario, non importa. E dunque questo è un tempo che chiede di schierarsi, ancora una volta, dalla parte delle persone, della loro storia, del loro legame con un ambiente, per contrastare ogni forma di categorizzazione e adeguamento a regole passivizzanti delle diverse forme di residenza, ma anche degli approcci domiciliari che assistenzializzano i problemi.