19 settembre 2016 ore: 14:13
Disabilità

Rio 2016, all’Iran il torneo di sitting volley. Australia vincente nel rugby

Ultimo giorno di gare con la disputa delle finali di pallavolo e rugby e la maratona su strada. Nella quinta finale consecutiva fra Iran e Bosnia Erzegovina, sono gli iraniani a vincere l’oro nel sitting volley. Stati uniti beffati al supplementare nella finale di rugby
Simon Bruty for OIS/IOC Rio 2016 Paralimpiadi Finale Iran Bosnia Erzegovina

- ROMA – L’ultimo oro è iraniano, la conclusione perfetta per l’omaggio commosso a Bahman Golbarnezhad, il ciclista morto sabato 17 settembre in seguito ad un incidente nella gara su strada. A conquistare il titolo paralimpico è la squadra maschile di pallavolo sitting, che esce vincitrice dalla sfida contro la Bosnia Erzegovina, la quinta sfida consecutiva fra le due formazioni per la medaglia d’oro alle Paralimpiadi.

Quattro anni fa a Londra la Bosnia vinse 3-1, stavolta a Rio l’Iran restituisce lo stesso risultato, vincendo 3-1 con parziali 25-21, 21-25, 25-18, 25-15. La svolta, quando si è sul set pari, è a metà del terzo set, quando dall’11-11 l’Iran riesce a salire sul 22-17, capitalizzando gli errori avversari, troppo numerosi. Gli ultimi sei punti del terzo set sono tutti decisi su errori dei campioni paralimpici fino a quel momento in carica. Bosniaci che non si riprenderanno più da quel passaggio a vuoto. L’Iran chiude in quattro set, e al punto decisivo chi festeggia, chi si inginocchia guardando il cielo, chi agita la bandiera, chi mostra la foto dello sfortunato atleta iraniano che a Rio ha trovato la morte. Il bronzo è andato all’Egitto che ha battuto il Brasile 3-2.

Nell’altra finale di giornata vittoria sul filo di lana dell’Australia che vince l’oro nel rugby in carrozzina vincendo 59-58 una partita andata avanti sul filo dell’equilibrio per tutte le quattro frazioni di gioco (chiuse 49-49) e finita solamente dopo un tempo supplementare. Una gara epica, uno spot per l’intero movimento del rugby in carrozzina, con la gara decisa solo negli ultimi secondi e gli Stati Uniti che nel complesso della loro spedizione a Rio 2016 vedono sfumare la possibilità, con l’oro, di chiudere terzi nel medagliere. Nella finale per il bronzo, il Giappone vince 52-50 contro il Canada, vicecampione paralimpico di Londra 2012.

Come da consuetudine, l’ultimo giorno di gare ha visto il disputarsi della maratona. Secondo posto per la statunitense Tatyana McFadden nella categoria T54, preceduta dalla cinese Lihong Zou. Bronzo per l’altra statunitense Amanda McGregory. Fra gli uomini, in T54 vittoria per lo svizzero Marcel Hug, davanti all’australiano Kurt Fearnley e al coreano Gyu Dae Kim. Nella categoria T46 ancora una vittoria cinese con Chaoyan Li mentre nella T12 riservata a ipovedenti vince il marocchino El Amin Chentouf. Fra le donne, è la spagnola Elena Congos ad arrivare per prima al traguardo.

 

© Copyright Redattore Sociale