1 settembre 2015 ore: 14:43
Immigrazione

Roma, Rossi Doria: situazione intollerabile che mi rattrista

A Roma cinquemila lavoratrici di nidi e scuola per l'infanzia rischiano il licenziamento dopo il bando pubblicato dall'amministrazione capitolina lo scorso 21 agosto. Protestano in piazza. L'assessore: assolutamente solidale con le mie colleghe

Roma - A Roma cinquemila lavoratrici di nidi e scuola per l'infanzia rischiano il licenziamento dopo il bando pubblicato dall'amministrazione capitolina lo scorso 21 agosto. Circa quaranta fra educatrici e insegnanti precarie di ieri hanno trascorso la notte in Campidoglio, presidiando la trattativa con l'assessore capitolino alle Politiche educative e scolastiche, Marco Rossi Doria. Lo stesso assessore Rossi Doria e' intervenuto sul tema ai microfoni della trasmissione 'Ho scelto Cusano', condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia, su Radio Cusano Campus, emittente dell'universita' Niccolo' Cusano. "Sono un insegnante anche io e sono assolutamente solidale con le mie colleghe- ha affermato Rossi Doria- Vedere insegnanti precarie in lacrime e' intollerabile. Quelle di ieri scene che non si possono vedere e non si possono tollerare, questa situazione e' insopportabile, bisogna assolutamente uscirne. Sugli asili nido non c'e' un problema economico, si tratta di strutturare meglio il servizio e di porre questo tema sul livello nazionale. Bisogna assumere a tempo indeterminato. Quest'anno per le scuole dell'infanzia comunale ho nominato 362 nuove vincitrici di concorso, ci stiamo quindi gia' muovendo nella direzione giusta, ma c'e' bisogno di altre risorse. Dobbiamo fare un grande piano di assunzioni a determinate condizioni. Dobbiamo metterci a tavolino con tutti gli interlocutori e lavorare, ma prima bisogna superare questa immediata il piu' rapidamente possibile". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news