6 settembre 2017 ore: 14:16
Immigrazione

Rush finale per la campagna "Ero straniero - l'umanità che fa bene"

Manca poco più di un mese alla scadenza della raccolta firme per la legge di iniziativa popolare che mira a riformare la legislazione in tema di immigrazione. Raggiunta quota 30 mila firme, ne mancano altre 20 mila. E si moltiplicano le iniziative in tutta Italia
Campagna ero straniero - l'umanità che fa bene

MILANO - Oggi è possibile firmare ad Ascoli Piceno, Bari, Modena, e in quattro piazze di Roma. Finora ne sono state raccolte poco più di 30mila. E manca poco più di un mese alla scadenza, entro la quale bisogna raggiungere la quota di 50mila. Siamo dunque al rush finale della campagna "Ero straniero - L'umanità che fa bene", promossa da Radicali Italiani, Casa della carità, Acli, Arci, Asgi, Centro Astalli, Cnca, A Buon Diritto e Cild, che mira a presentare in Parlamento una proposta di legge di iniziativa popolare che riformi profondamente la legislazione in tema di immigrazione. Una riforma che dovrebbe promuovere l'ingresso regolare degli stranieri e la loro inclusione sociale e lavorativa. Si stanno pertanto moltiplicando le iniziative e i banchetti per arrivare in tempo a raccogliere le firme necessarie. Basta andare sulla pagina Facebook di "Ero straniero" per trovare l'appuntamento più vicino, oltre che l'elenco degli oltre 200 comuni in cui ogni giorno è possibile aderire alla Proposta di legge.

Il 9 settembre, a Olgiate Olona (in provincia di Varese) dalle ore 19, si può partecipare alla "Tavola del mondo a Sichem. Piatti succulenti da tutto il mondo e persone da ritrovare per assaggiare la comunità", organizzato dalla Comunità di Sichem. Tra un assaggio e l'altro, si può firmare per la campagna "Ero straniero". Ad Alessandria un gruppo di associazioni ha organizzato (dall'8 al 27 settembre) una serie di incontri di approfondimento sull'immigrazione, durante i quali saranno allestiti anche i banchetti di raccolta firme.

A Milano, il 16 settembre, si terrà "Ero straniero… ora sono milanese": due artisti, Pap Khouma e Zanko El Arabe Blanco, insieme alla Banda degli Ottoni a Scoppio e alla Banda Dehors a partire dalle 13.00, presso il giardino condiviso Isola Pepe Verde di Milano, daranno vita una giornata di festa, arte, musica e cultura meticce. “È un appuntamento importante perché i protagonisti saranno cittadini di origine straniera che sono diventati membri attivi della nostra comunità -spiega don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità, che ha organizzato l'evento insieme a Isola Pepe Verde e Banda Dehors-. Milanesi, come dice il titolo dell'iniziativa, che portano ricchezza e vivacità culturale, che ci contaminano, che rendono la nostra società meticcia e piena di nuove energie”.

La proposta di legge è composta da otto articoli e il suo obiettivo è quello di rendere possibile l'ingresso in Italia senza dover ricorrere ai trafficanti di uomini o ad altri stratagemmi illegali. Per questo introduce il permesso di soggiorno temporaneo (12 mesi) per la ricerca lavoro, così da facilitare l’incontro tra stranieri e datori di lavoro. Si prevede inoltre la regolarizzazione su base individuale degli stranieri irregolari, se è dimostrabile l’esistenza in Italia di un'attività lavorativa (trasformabile in attività regolare o denunciabile in caso di sfruttamento lavorativo) o di comprovati legami familiari. La proposta intende anche ampliare il sistema Sprar puntando su un'accoglienza diffusa capillarmente nel territorio basata su piccoli numeri. (dp)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news