27 settembre 2023 ore: 00:00
Disabilità

Salute mentale, al via la seconda Edizione di Romens

Tanti gli appuntamenti per il Festival della salute mentale, che si terrà dal 3 al 10 ottobre a Roma. Cozza (Dsm Asl Roma 2): “L’obiettivo è promuovere l’inclusione e superare i pregiudizi, con una corretta informazione sui disturbi mentali”
Un particolare della locandina della seconda edizione del festival della salute mentale Romens

ROMA – Si svolgerà a Roma dal 3 al 10 ottobre 2023 la seconda edizione del Festival della salute mentale Romens per l’inclusione sociale contro il pregiudizio #davicinonessunoènormale. Organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Roma 2, il più grande d’Italia con un bacino di circa 1 milione e 300mila abitanti, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali e alla Salute di Roma Capitale, con il patrocinio della RAI, con partner Romics, il Festival internazionale del fumetto. Padrino l’attore, regista e presentatore, Pino Strabioli. Primo testimonial l’attore Lillo, con altri in arrivo. 

 

Novantadue le opere realizzate dagli studenti di 22 scuole medie superiori sul tema della salute mentale nell’ambito dei 3 concorsi arti figurative (24 quadri, 2 lenzuola dipinte, 1 scultura) letterarie (35 temi e 13 poesie) e audiovisive (9 cortometraggi, 3 canzoni, 5 podcast). I tre vincitori saranno premiati dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, insieme all’azienda/cooperativa con storie di assunzioni di persone con disturbi mentali, martedì 10 ottobre in Campidoglio, in occasione della giornata mondiale della salute mentale.

 

Nell’ambito delle diverse manifestazioni culturali, musicali e sportive, parteciperanno, tra gli altri, il cantautore Edoardo Vianello, il neo direttore generale del Dipartimento della Prevenzione del ministero della Salute Francesco Vaia, il coordinatore del Tavolo tecnico sulla salute mentale del ministero della Salute, Alberto Siracusano, e il prorettore dell’Università degli Studi Roma Tre Marco Catarci.

 

“Vogliamo realizzare una città solidale – ha affermato Barbara Funari, assessora alle Politiche Sociali e alla Salute di Roma Capital – dove chi soffre di disagio mentale non si senta emarginato e solo, contrastando lo stigma e costruendo una rete integrata sociale e sanitaria”. “La nostra azienda – ha dichiarato Giorgio Casati, direttore Generale Asl Roma 2 – è impegnata a portare avanti percorsi innovativi, mettendo insieme soggetti diversi, per dare risposte al disagio mentale anche in termini di prevenzione”. 

 

“Il nostro obbiettivo – ha concluso Massimo Cozza, direttore del Dipartimento di salute mentale Asl Roma 2 – è promuovere l’inclusione e superare i pregiudizi con una corretta informazione sui disturbi mentali, partendo dalla persona con un approccio bio-psico-sociale”.

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news