9 maggio 2016 ore: 13:09
Salute

Sanità, Fimmg Lombardia: la telemedicina cresce del 101% l'anno

Vento in poppa negli studi dei medici di famiglia in Lombardia per la telemedicina. Per i camici bianchi di Milano, Bergamo e Como, infatti, l'eHealth non e' piu' una sperimentazione: promossa nel 2013 (con meno di 250 prestazioni registrate)...
Telemedicina

Roma - Vento in poppa negli studi dei medici di famiglia in Lombardia per la telemedicina. Per i camici bianchi di Milano, Bergamo e Como, infatti, l'eHealth non e' piu' una sperimentazione: promossa nel 2013 (con meno di 250 prestazioni registrate), la telemedicina nel 2015 e' diventata pratica comune negli ambulatori di piu' di 70 medici e vanta una velocita' di crescita del 101% l'anno. I dati sono stati presentati a Milano ai medici della Fimmg in occasione di un convegno regionale dedicato alla prevenzione, all'aderenza e all'appropriatezza terapeutica e riguardano le cooperative di Mmg che hanno aderito nel 2011 al progetto 'Buongiorno CReG' (Iml Bergamo e Melegnano, Cmmc-Mi e Mmg CReG in collaborazione con Telbios).

"Un trend in controtendenza per la Lombardia- spiega Fiorenzo Corti, segretario regionale di Fimmg Lombardia- rispetto ai numeri presentati dal Centro Studi Fimmg, dove la telemedicina viene utilizzata dal solo 2% dei medici di famiglia italiani. Inizialmente le prestazioni di telemedicina erano destinate a soddisfare le necessita' dei pazienti cronici inseriti nella sperimentazione regionale CReG (elettrocardiogramma, spirometria e l'emoglobina glicata). Oggi i pazienti 'non CReG' rappresentano circa un terzo dei pazienti che fanno esami strumentali presso lo studio del proprio medico e il trend e' in deciso aumento: la sperimentazione, quindi, ha tirato la volata dell'innovazione anche nella pratica quotidiana dei medici di famiglia".

Le prestazioni di telemedicina attese per il 2016, intanto, sono "circa 3.750- fanno sapere dal convegno- Il dato di previsione tiene conto dell'aumento del numero di pazienti cronici presi in carico dai medici lombardi nel 2016, dei dati storici 2013-2015 e di quelli delle prestazioni registrate nel primo quadrimestre dell'anno, nonche' delle nuove iniziative di telemedicina e telemonitoraggio messe in atto dalle stesse cooperative".

Con l'installazione di nuove postazioni di telemedicina in provincia di Milano, Varese, Lecco, Monza e Sondrio, conclude infine il segretario regionale di Fimmg Lombardia Corti, in seguito "all'allargamento della sperimentazione Creg pensiamo che entro la fine dell'anno saranno a disposizione dei pazienti almeno altre 50 postazioni di telemedicina".

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news