12 maggio 2022 ore: 16:47
Società

Save the Children, a Roma 4 giorni di confronto sui diritti dei minori

Dal 19 al 22 maggio a Roma "IMPOSSIBILE2022", spazio di confronto sui diritti dei bambini e degli adolescenti, con l’obiettivo di condividere proposte e interventi per superare le disuguaglianze che guerra, pandemia e crisi climatica hanno generato o aggravato. Coinvolti esperti, rappresentanti delle istituzioni, del mondo della cultura, dell’accademia e dell’impresa, organizzazioni del terzo settore e persone che operano quotidianamente sul campo

ROMA – Si terrà dal 19 al 22 maggio l’evento IMPOSSIBILE 2022 - Costruire il futuro di bambine, bambini e adolescenti. Ora”organizzato a Roma da Save the Children per coinvolgere le migliori conoscenze, risorse ed energie del mondo della politica, dell’economia e dell’impresa, della cultura, del terzo settore e della società civile, per provare a rendere insieme possibile ciò che oggi sembra non esserlo.

“Le sfide per il futuro dei bambini oggi sembrano enormi – afferma l’organizzazione -. Le guerre, la povertà, le diseguaglianze, le pandemie, le migrazioni, le emergenze umanitarie, hanno un impatto grave e spesso duraturo sulle vite di centina di milioni di bambine e bambini di tutto il mondo, privandoli della possibilità di vivere, di crescere serenamente, di studiare e di sviluppare il loro potenziale.Tutto ciò è davvero inevitabile? È davvero IMPOSSIBILE salvare la vita dei bambini e garantire il rispetto dei loro diritti? O IMPOSSIBILE è solo qualcosa che non siamo ancora riusciti a realizzare?”

“Non c’è nessuna insita impossibilità nel salvare i bambini del mondo. È impossibile solo se ci rifiutiamo di farlo”, diceva Eglantyne Jebb, la fondatrice di Save the Children, un secolo fa, sostenendo che per salvare i bambini fossero necessarie tre cose: conoscenze, risorse e volontà.
Sulla scia del suo insegnamento, i quattro giorni dell’evento “IMPOSSIBILE 2022” si snoderanno in un fitto programma di confronto sulle sfide più importanti e le proposte più efficaci per operare concretamente un cambiamento in positivo nella vita delle bambine e dei bambini nel mondo e in Italia. Durante le giornate del 19 e 20 maggio - rispettivamente presso l’Acquario Romano e la sede di Save the Children a Roma - saranno presentate e discusse con i principali interlocutori di riferimento, le proposte emerse dal lavoro fatto nei mesi scorsi sul tema dell’acuirsi delle disuguaglianze. In particolare, l’attenzione si è concentrata su 6 piani identificati come prioritari dall’Organizzazione: quello socio-educativo, quello ambientale-climatico, quello digitale, quello relativo all’utilizzo delle risorse pubbliche e private per le riforme strutturali e la cooperazione, e infine quelli sui conflitti e le migrazioni. Nel pomeriggio del 19 maggio, si svolgeranno, in sessione parallela, quattro workshop tematici di confronto per discutere e approfondire tra interlocutori esperti, operatori impegnati sul campo, ragazze e ragazzi le possibili proposte di azione su alcuni temi cruciali per i minori Italia:  “La ricerca impossibile” (indagine e ricerca sulle dimensioni e le condizioni dell’infanzia e adolescenza), “La prima infanzia impossibile” (integrazione socio-sanitaria, educazione infantile, supporto alla genitorialità), “Le migrazioni impossibili” (accoglienza e inclusione lavorativa, scolastica, culturale e sociale), “La finanza impossibile” (rendimento finanziario e impatto sociale positivo e misurabile per l’infanzia). 

Il 21 e il 22 maggio, protagonisti saranno i giovani, la cui partecipazione sarà un tratto caratterizzante di tutto l’evento, con la realizzazione a Ostia del Festival del movimento Giovani per Save the Children, accreditato nel calendario ufficiale dell’Anno Europeo dei Giovani, con l’obiettivo di promuovere la voce di ragazzi e ragazze sui temi di loro interesse e di mobilitare i pari su diritti, ambiente, agenda 2030, pace.
I media partner dell’evento IMPOSSIBILE 2022, che ha il patrocinio di Rai per il Sociale, sono l’agenzia ANSA, Rai News 24, Rai Radio 3, Vanity Fair e Internazionale Kids.
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news