10 ottobre 2018 ore: 14:34
Società

Scuola, 26 progetti pugliesi finanziati con i tagli degli stipendi di M5s

257 mila euro ottenuti attraverso il taglio degli stipendi degli otto consiglieri regionali del M5S che consentiranno il finanziamento di 26 progetti presentanti da altrettante scuole pugliesi. Questi i numeri di 'Facciamo Scuola', presentata...

BARI - 257 mila euro ottenuti attraverso il taglio degli stipendi degli otto consiglieri regionali del M5S che consentiranno il finanziamento di 26 progetti presentanti da altrettante scuole pugliesi. Questi i numeri di 'Facciamo Scuola', presentata in conferenza stampa questa mattina nella sede del Consiglio regionale della Puglia a Bari.

"Con Facciamo scuola sono stati finanziati 26 progetti in Puglia su un totale di 59 finanziati nel resto dell'Italia, hanno partecipato 400 istituti in tutta Italia. In Puglia 26 istituti sono stati finanziati con importo massimo di 10mila euro su questioni come salute, sicurezza, disabilita', arredo scolastico, progetti innovativi come un robot per agevolare bambini autistici. Anche l'acquisto di un furgone per agevolare il basket in carrozzina, laboratori di ceramiche, 257mila euro totali dai nostri stipendi. Danno un sospiro di sollievo a scuole che potranno sopperire alle carenze della pubblica amministrazione. E' un progetto - conclude - che fa seguito al progetto fatto in precedenza che andava a finanziare le sale cinema e le apparecchiature pediatriche nelle unita' neonatali".

Le donazioni di M5S Puglia hanno consentito il finanziamento di 7 progetti presentati da istituti scolastici della provincia di Bari, 6 della provincia di Taranto, 4 di quella di Foggia e 3 rispettivamente delle province di Brindisi, Lecce e Bat. Tra i progetti finanziati: la realizzazione di un orto didattico e di una serra per aiutare i ragazzi disabili in due scuole di Foggia e Bitonto; l'acquisto di un robot per aiutare gli studenti autistici di un istituto del brindisino; un laboratorio di robotica educativa in due istituti del leccese e del barese.

Non mancano open library con postazioni di lettura e strumenti multimediali e l'acquisto di attrezzature sportive per le palestre, defibrillatori. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale