15 ottobre 2015 ore: 16:53
Società

Scuola, "fare sistema contro la dispersione delle risorse per l'infanzia"

Il 7,3% dei bambini italiani che si iscrivono alle scuole superiori abbandona la scuola prima di aver concluso l'obbligo scolastico. E' questo uno dei dati emersi oggi nel corso della conferenza su infanzia, adolescenza, famiglia, risorse e i...

Roma - Il 7,3% dei bambini italiani che si iscrivono alle scuole superiori abbandona la scuola prima di aver concluso l'obbligo scolastico. E' questo uno dei dati emersi oggi nel corso della conferenza su infanzia, adolescenza, famiglia, risorse e interventi futuri che si e' svolta oggi al Villino Crespi di via G. A. Guattani, in occasione del 125esimo anniversario dell'Opera Pia "Asilo Savoia", fondato da Francesco Crispi nel 1887.

Ad aprire i lavori del convegno Massimiliano Monanni, presidente dell'Asilo Savoia, che ha sottolineato la necessita' di "fare sistema per evitare la dispersione di risorse", riferendosi alle collaborazioni istituite tra enti locali e IPAB- Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficienza, e in particolare tra Asilo Savoia e Regione.

Presente al convegno anche Anna Maria Bertazzoni, direttore dell'IPAB Istituto degli Innocenti, che ha fornito una serie di dati su bambini e adolescenti in Italia e nel Lazio, evidenziando come inoltre sia "aumentato significativamente il rischio di poverta' relativa per le famiglie con almeno un minore".

Altro dato citato da Bertazzoni, quello secondo cui l'Italia spenderebbe solo l'1,4% del Pil per prestazioni a favore di famiglie con minori, contro il 2,2% della media dei paesi europei. Piuttosto positivo il dato sul tasso di mortalita' infantile (43 bambini morti ogni 100mila nati vivi), ma piu' preoccupante il tasso di NEET (persone non impegnate in attivita' di formazione ne' di lavoro) che sono ben il 24% degli italiani tra i 15 e i 29 anni.

DIREGIOVANI) Roma, 15 ott. - Altro dato negativo citato, quello riguardante i servizi di mensa: solo poco meno della meta' delle istituzioni scolastiche dell'obbligo hanno un servizio mensa. Bertazzoni ha affrontato anche il tema dei minori stranieri non accompagnati, il 90% dei quali ha tra i 15 e i 17 anni.

Tra i relatori, anche il responsabile del Sostegno alla Famiglia e ai Minori della Regione Lazio, Antonio Mazzarotto, che ha criticato l'approccio emergenziale alle politiche sociali e ha illustrato il piano di azione della Regione in materia di sostegno a infanzia e adolescenza, che sara' basato su "incremento delle convenzioni con i nidi privati, apertura di nuovi nidi e introduzione di un modello europeo di autovalutazione del corpo insegnante".

Per questi interventi, ha dichiarato Mazzarotto, "ci siamo dati l'obiettivo di stanziare 50 milioni di euro". Infine, Mazzarotto ha annunciato l'imminente insediamento del servizio pubblico di adozioni della Regione all'interno del Villino Crespi.

DIREGIOVANI) Roma, 15 ott. - Nella seconda parte del convegno l'assessore regionale alle Politiche Sociali, Rita Visini, ha annunciato anche la volonta' di inserire all'interno dell'IPAB Asilo Savoia "uno spazio dedicato alla mediazione penale per i minori".

È intervenuto in seguito Jean-Le'onard Touadi, scrittore e politico italiano originario della Repubblica del Congo, oltre che presidente dell'IPAB Istituto Sacra Famiglia, che ha espresso soddisfazione per l'approvazione alla Camera della legge sullo ius soli.

L'assessore alle politiche sociali di Roma Capitale Francesca Danese, poi, si e' ripromessa di "lasciare alla citta' tutto il lavoro fatto nei mesi del mio impegno" portando a termine i progetti gia' messi in campo nei 20 giorni che precederanno le effettive dimissioni della giunta.

In chiusura dell'evento, la cerimonia commemorativa dei 125 anni dell'Asilo Savoia, con la consegna di targhe a Guido Palmenghi Crispi, pronipote di Francesco, al Duca Leopoldo Torlonia, all'assessore Visini e ad Alessandra Maggi, presidente dell'Istituto degli Innocenti.

L'attivita' dell'Asilo Savoia, nato per accogliere bambini orfani, consiste oggi soprattutto nell'assistenza ad anziani, in collaborazione con il primo e secondo Municipio.

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news