2 marzo 2017 ore: 11:45
Società

Sfida al femminile al Premio Morrione: in finale sei giornaliste under31

Presentati i quattro progetti finalisti della sesta edizione del premio dedicato alla memoria del giornalista della Rai e fondatore di LiberaInformazione. A ciascun progetto assegnato un contributo di 4 mila euro per produrre l’inchiesta. Il lavoro migliore andrà in onda su Rai News 24
Premio Morrione 2017. Finalisti

- ROMA – Per la prima volta nella storia del Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo in finale arrivano sei giornaliste. Tutte under 31, come richiesto dal regolamento di concorso, e scelte tra i 91 partecipanti con 52 progetti candidati del bando 2016-2017. I quattro progetti finalisti della sesta edizione del premio sono stati presentati martedì 27 febbraio nella Sala degli Arazzi della Rai. Promosso dall’associazione Amici di Roberto Morrione e dalla Rai, patrocinato dalla Presidenza della Camera dei deputati, il Premio è dedicato alla memoria e all’impegno civile e professionale di Roberto Morrione, giornalista Rai, fondatore della rete allnews Rai News 24 e di LiberaInformazione, osservatorio sull’informazione per la legalità e contro le mafie.  

I progetti selezionati dalla giuria, presieduta da Giuseppe Giulietti, sono “Tabù HIV” video inchiesta di Giulia Elia; “Nei canali della ‘ndrangheta”, video inchiesta di Alessia Melchiorre e Antonella Serrecchia; “Le mani sul fiume”, webdoc d’inchiesta di Giulia Paltrinieri; “Matti per sempre”, webdoc d’inchiesta di Maria Gabriella Lanza e Daniela Sala. “Durante i quattro mesi di produzione le autrici saranno affiancate da quattro tutor giornalistici – spiegano gli organizzatori -. Per la sesta edizione ricopriranno questo ruolo Laura Silvia Battaglia, Giulia Bosetti, Maurizio Torrealta e Pablo Trincia. L’avvocato Giulio Vasaturo garantirà l’assistenza legale, mentre tutor tecnici saranno Francesco Cavalli e Stefano Lamorgese”.

 A ciascun progetto è assegnato un contributo di 4 mila euro da impiegare nello sviluppo e produzione dell’inchiesta; i progetti selezionati, inoltre, concorrono ad un premio finale di 2 mila euro ciascuno per la migliore video inchiesta e il migliore webdoc d’inchiesta. Le inchieste vincitrici saranno diffuse da Rai News 24, principale media partner del Premio, e parteciperanno a festival e incontri in Italia e all’estero. Dal 2012 ad oggi sono 523 i giovani autori che hanno partecipato al premio con 377 soggetti di inchiesta, 16 invece le inchieste giornalistiche realizzate. Il premio è realizzato con il sostegno dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, della Fnsi, della UsigRai.  Rai News 24, Rai Radio3, TGR e Internazionale sono media partner. Il premio è realizzato in collaborazione con: Articolo21, RaiTeche, Ucsi, Il Journal, I Siciliani, Report, Scuola di giornalismo Lelio Basso, Premio Città di Sasso Marconi, Tavola della Pace, Liberainformazione, Osservatorio di Pavia.

© Copyright Redattore Sociale