2 gennaio 2019 ore: 15:29
Immigrazione

Sicurezza, Orlando a Salvini: nessuna disobbedienza

"Il nostro non e' un atto di disobbedienza civile ne' di obiezione di coscienza, ma la semplice applicazione dei diritti costituzionali che sono garantiti a tutti coloro che vivono nel nostro paese". Cosi' in conferenza stampa il sindaco di Palermo...
Leoluca Orlando - SITO NUOVO

"Il nostro non e' un atto di disobbedienza civile ne' di obiezione di coscienza, ma la semplice applicazione dei diritti costituzionali che sono garantiti a tutti coloro che vivono nel nostro paese". Cosi' in conferenza stampa il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, illustrando la nota inviata al capoarea dell'Anagrafe per chiedere che lo stesso svolga una "approfondita analisi dei profili giuridici" che derivano dalla recente normativa nazionale conosciuta come 'Decreto sicurezza'.

Nelle more dello svolgimento di tale analisi, Orlando ha disposto "di sospendere, per gli stranieri eventualmente coinvolti dalla controversa applicazione della legge, qualunque procedura - si legge nella nota - che possa intaccare i diritti fondamentali della persona con particolare, ma non esclusivo, riferimento alle procedure di iscrizione della residenza anagrafica".

Orlando ha spiegato cosi' la sua decisione: "Siamo davanti ad un provvedimento criminogeno: ci sono migliaia, decine di migliaia di persone che oggi risiedono legalmente in Italia, pagano le tasse, versano contributi all'Inps e fra qualche settimana o mese saranno 'senza documenti' e quindi illegali". Per il sindaco di Palermo tutto cio' "significa incentivare la criminalita', non combatterla o prevenirla. E' certo, l'ho gia' detto piu' volte, che su alcuni temi, il rispetto dei diritti umani fra questi, il sindaco di Palermo ha una visione ed una cultura diversa da quella del ministro dell'Interno - ha sottolineato ancora Orlando -, ma qui siamo di fronte ad un problema non solo ideologico ma giuridico, non si possono togliere diritti a cittadini che sono in regola con la legge, solo per spacciare per 'sicurezza' un intervento che puzza molto di 'razziale'". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news