20 settembre 2019 ore: 16:31
Non profit

Le cooperative alla guerra dei social: "postate le cose belle che fate"

La cooperazione sociale non vuole morire di social. Piuttosto, vuole ricostruirsi una reputazione a colpi di Facebook e affini, ribaltando una narrazione che ha descritto questa tipologia di imprese come quelle che "fanno business sui migranti"
Per poter accedere a questo contenuto devi avere un abbonamento attivo a Redattore sociale