20 gennaio 2015 ore: 15:10
Immigrazione

Stazione centrale, il servizio di accoglienza profughi al mezzanino affidato alla francese Gepsa

Il consorzio è lo stesso che ha in carico il Cie di Milano. Nessuna concessione di un luogo alternativo da parte della società Grandi Stazioni. Dato per certo il rinnovo della convenzione tra Comune e Prefettura per l'accoglienza di siriani ed eritrei
Profughi milano

I profughi in attesa di accoglienza

MILANO - Il servizio di accoglienza per profughi in transito al mezzanino della stazione Centrale sarà gestito da Gepsa, la multinazionale francese che è già a capo del Cie di Milano. È l'esito della nuova gara pubblicata il 7 gennaio. Negli ultimi sei mesi il servizio era stato gestito dal consorzio Universiis. Obiettivo del Comune è trasformare sempre di più il Cie di via Corelli in un centro di smistamento dei profughi. Ancora indisponibile però la società Grandi Stazioni di Ferrovie dello Stato a concedere all'interno di Centrale uno spazio per un hub. "L'unica proposta che ci hanno fatto è stata irricevibile", commenta Claudio Minoia, Direttore Centrale Politiche sociali e cultura della salute.

Nonostante ancora manchi il sì ufficiale, l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino è certo che a Roma rinnoveranno la convenzione tra Prefettura e Comune per la copertura finanziaria dell'accoglienza per i migranti in transito. "Al momento siamo scoperti", dice Alberto Sinigallia, presidente della Fondazione Progetto Arca, che al momento ne ospita 80 (50 eritrei, 30 siriani).

Claudio Minoia interviene poi sulla rotazione imposta anche agli operatori sociali per le nuove norme anticorruzione. "Mi auguro sia stata una svista – commenta il direttore centrale delle politiche sociali del Comune – perché altrimenti si manda all'aria il percorso di assistenza costruito da un operatore, che si basa sempre sulla fiducia. Non c'è la stessa urgenza che far ruotare chi si occupa di appalti", conclude. (lb)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news