8 settembre 2014 ore: 18:30
Società

Suore uccise in Burundi, il cordoglio dello Stato. "L'Italia tutta è addolorata"

Renzi: "Gesto atroce che sgomenta per la ferocia". Napolitano: "Testimonianza altissima di fedeltà alla chiesa ed ai valori più forti e nobili". Grasso: "Non ho parole per descrivere lo sgomento". Il cordoglio della Boldrini

ROMA - "Un gesto atroce che sgomenta per la ferocia rivolta nei confronti di chi era in quella zona per testimoniare solidarietà e portare aiuto concreto alle comunità locali". Con queste parole il premier Matteo Renzi esprime il suo cordoglio alla congregazione delle Missionarie Saveriane per l''omicidio in Burundi delle tre suore italiane Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernadetta Boggian".

"Ho appreso con profonda costernazione e orrore della barbara uccisione di Suor Lucia Pulici, Suor Olga Raschietti e Suor Bernardetta Boggian a Kamenge. Si tratta di un atto vile ed esecrabile, perpetrato ai danni di chi si trovava in Burundi per farsi interprete, a costo di grandi sacrifici, di altissimi valori di solidarietà e fratellanza con i più bisognosi. Le tre religiose vittime di un cieco ed inumano atto di criminalità sono testimonianza altissima di fedeltà alla chiesa ed ai valori più forti e nobili". Lo scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio di cordoglio inviato al cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato della Santa Sede, al cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e a suor Ines Frizza, superiora generale delle Missionarie Saveriane. "In questo triste momento- conclude Napolitano- l'Italia tutta è partecipe e addolorata, ma anche commossa e altamente rispettosa per il supremo sacrificio delle tre religiose. Desidero esprimere la più sentita vicinanza all''intera Congregazione delle Missionarie Saveriane, ai familiari delle vittime, e a quanti hanno condiviso con Suor Lucia, Suor Olga e Suor Bernardetta l''impegno a fianco dei più bisognosi".

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha condiviso il suo dolore per quanto successo in Burundi con un messaggio su Facebook: "Non ho parole per descrivere lo sgomento che provo per l'orrendo assassinio di tre missionarie Saveriane in Burundi. Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernardetta Boggian hanno consacrato e dedicato la loro intera vita al servizio degli altri in un contesto difficile come quello africano. In questo momento così triste possiamo trovare conforto nelle parole di speranza pronunciate da Papa Francesco: 'il sangue versato diventi seme di speranza per costruire l''autentica fraternita'' tra i popoli'''.

La Presidente della Camera, Laura Boldrini, ha inviato alle famiglie e alla Congregazione delle tre suore italiane uccise nel Burundi il seguente messaggio di cordoglio: "Desidero far giungere alle famiglie e alla Congregazione delle Missionarie di Maria-Saveriane i sensi del cordoglio piu' profondo e della piu' intensa vicinanza mia personale e di tutta la Camera dei deputati per la perdita delle sorelle Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernadetta Boggian". "La barbara uccisione delle missionarie, attivamente impegnate nella promozione della pacifica convivenza in una terra martoriata dalle guerre civili- conclude Boldrini- ci ricorda ancora una volta i gravi rischi a cui e'' quotidianamente esposto chi, con spirito di abnegazione e sacrificio, dedica la propria vita alla cura e alla assistenza del prossimo". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news