28 aprile 2020 ore: 17:11
Salute

Supereoi, ballerini e cantanti: la forza creativa dei bambini contro la paura

VOCI DA CAPODARCO - Il supereroe che con il suo mantello sconfigge i cattivi, la ballerina di tiptap e il cantante neo-melodico che esce sul balcone a cantare… Nella Comunità alloggio per minori “Talità Kum" di Comiso sorta su iniziativa della Comunità di Capodarco “Il Favo” di Caltagirone, si guarda al futuro con ottimismo. A raccontarci come si supera la paura durante l'emergenza, è il responsabile Filippo Pizzo
Associazione Il Favo - Capodarco Sicilia

ROMA - “Qui la paura non entra, rimane fuori dai balconi, nelle strade deserte e negli sguardi delle poche persone che incontri”. Nella Comunità alloggio per minori “Talità Kum" di Comiso, in provincia di Ragusa, si guarda al futuro con ottimismo e, anche nei momenti più duri dell'emergenza, si è cercato di esorcizzare le paure che il virus porta con sé, attraverso gli occhi vivaci e spensierati dei bambini accolti. La struttura siciliana è sorta nel gennaio 2017 su iniziativa dell'Associazione “Il Favo” di Caltagirone, realtà legata alla Comunità di Capodarco, con l'intento di fornire una risposta al disagio minorile locale creando una rete di Stato sociale e di welfare di comunità per bambini e ragazzi italiani. Oggi la struttura è chiusa all'esterno e i minori sono seguiti nel loro percorso educativo da operatori sociali, rimasti in continuo contatto con le loro famiglie anche a distanza. A raccontarci il quotidiano della comunità siciliana durante l'emergenza Covid è il responsabile Filippo Pizzo.

“Uscire di casa per recarti al lavoro con la paura che ti accompagna è un sentimento costante in questo momento. Paura di cosa? Forse della paura stessa che si lega al lasciare i tuoi familiari, la tua casa, le tue sicurezze e poi finito, ritornare e non essere più sicuro. La strada che percorri tutti i giorni, ti mostra l’andare lento e ti porta a pensare; quei pensieri che in questo momento particolare ti fanno sentire un po’ triste, incontrando pochi viandanti che come te vanno verso i luoghi di lavoro. Questa è la sensazione che vivi. Poi arrivi ed entri da quella porta e i bambini ti accolgono festosi, con i loro sorrisi, con i loro racconti, con i loro abbracci senza nemmeno darti il tempo di cambiarti… e la paura pian piano svanisce. Lì è tutto un vociare, ridere, correre, giocare, che ti fa pensare alla spensieratezza di un bambino, lì la paura non entra, rimane fuori dai balconi, nelle strade deserte e negli sguardi delle poche persone che incontri… E pian piano la paura svanisce”.

“In casa - prosegue il responsabile di Talità Kum-, trovi il supereroe che con il suo mantello sconfigge i cattivi, correndo per tutta la casa gridando “sono Batman”! Poi c’è la ballerina di tiptap, che sbatte i suoi piedini ogni volta che è contrariata sulle tue decisioni, con quella vocina soffocata che dice “no”. C’è il cantante neo-melodico, che stufo di stare dentro casa, esce sul balcone a cantare e a parlare con chiunque passi, riempiendo di chiacchiere il mondo con il suo silenzio assordante. La spensieratezza di chi vive immerso in un mondo fantastico, dove nulla succede e tutto puoi inventare, con la serenità di chi gioca senza preoccuparsi di nulla. Due loschi individui si aggirano in casa, due compari, l’uno che con il suo sorriso ammaliante rivela che qualcosa ha combinato, ma fino alla morte dice “non ‘tono ‘tato io”! L’altro come nella migliore pellicola poliziesca, è sempre pronto a fare una soffiata sui compari per un soldo di cacio, cantando come un uccellino. Infine c’è chi in questo momento si sente solo, costretto a stare dentro senza poter uscire, senza poter incontrare gli amici tanto desiderati, costretto a stare in casa, curandosi dei più piccoli, per far trascorrere il tempo. Paura…questa sconosciuta! Nel turbinio delle emozioni che in questo momento proviamo, si azzera nello stesso momento in cui varchi la soglia di questa piccola famiglia, che ti trascina dentro questo colore di emozioni, rendendoti più sereno, accorgendoti che non sei solo, ma sei dentro un sistema che in qualche modo ti arricchisce. Paura? No, serenità, amore, fantasia, eroi, ballerini, cantanti, gioia…questo noi siamo”.  (m.d.)

© Copyright Redattore Sociale