29 novembre 2017 ore: 14:09
Giustizia

Teatro, supporto alla genitorialità, inclusione: 6 progetti per i detenuti

Grazie al finanziamento regionale ai piani di zona e ai Comuni sede di carceri, nel carcere di Rimini saranno realizzati interventi in vari ambiti: dal centro di ascolto e supporto per detenuti e famiglie ai progetti di educazione e formazione, dal teatro ai percorsi di inclusione sociale e genitorialità
Carcere, corridoio con celle aperte

RIMINI – Un Centro di ascolto e supporto per i detenuti e le loro famiglie, progetti di educazione e formazione, il “teatro evasione” per sviluppare l’espressività, i percorsi di inclusione sociale e quelli di genitorialità. Sono i 6 progetti approvati in sede di Comitato di distretto di Rimini nord, nell’ambito di un confronto tra istituzioni, aziende sanitarie, associazionismo e cooperazione sociale, che saranno finanziati con i fondi degli stanziamenti regionali ai piani di zona e rivolti ai Comuni sede di carceri. A Rimini sono stati destinati più di 16 mila euro. “In un contesto sempre più sotto pressione come quello del carcere, questi progetti assumono un’importanza strategica – dice Gloria Lisi, vice sindaco di Rimini con delega alla Protezione sociale – Sostenere l’ascolto, l’espressività e le relazioni sociali aumenta la qualità della vita di chi vive il carcere, non solo per chi è recluso ma più in generale per tutto il sistema, le famiglie e anche la comunità nel quale il carcere è inserito”.

Nel 2016 sono stati 50 i detenuti che hanno partecipato al progetto sulla genitorialità. “Continuare a essere genitori oltre le sbarre è una necessità, una sfida, un impegno che necessita di quotidiano supporto, sostegno e speranza per i detenuti. Le sbarre rischiano giorno dopo giorno di limitare anche le prospettive e le possibilità per i loro figli: per non lasciarli soli e supportarli nelle loro attività genitoriali sono stati pensati diversi momenti di incontro e confronto, anche attraverso la condivisione di momenti ludici, espressivi, educativi”.

© Copyright Redattore Sociale