10 ottobre 2023 ore: 11:32
Società

Terra Santa, "fermare spirale di violenza": appello dell'Ordine di Malta

L'Ordine di Malta chiede il pieno rispetto del Diritto Internazionale Umanitario, dello Stato di diritto e della protezione degli innocenti coinvolti nel conflitto e si appella a tutte le parti affinché rispettino i diritti di coloro che prestano servizio negli ospedali e nelle cliniche, che forniscono il primo soccorso e che gestiscono i servizi di ambulanza
Foto: Mahmoud Khattab/Oxfam Una donna a Gaza

ROMA - Il Sovrano Ordine di Malta esprime in una nota la sua più profonda preoccupazione per i tragici eventi degli ultimi giorni in Terra Santa. Condanna fermamente gli atti di terrorismo perpetrati in Israele contro la popolazione locale e le tragiche morti che hanno causato. Rifiuta la cultura della violenza che tollera l'uccisione indiscriminata di civili e la detenzione di ostaggi.

L'Ordine di Malta, si legge ancora, ritiene che la spirale di violenza debba essere immediatamente interrotta. Nessun atto di terrorismo e l'uso indiscriminato della forza contro popolazioni innocenti possono essere giustificati. La distruzione e le sofferenze causate ai civili non sono mai accettabili. La tragedia dei conflitti e delle lotte si protrae in Terra Santa da troppo tempo.

L'Ordine di Malta chiede il pieno rispetto del Diritto Internazionale Umanitario, dello Stato di diritto e della protezione degli innocenti coinvolti nel conflitto e si appella a tutte le parti affinché rispettino i diritti di coloro che prestano servizio negli ospedali e nelle cliniche, che forniscono il primo soccorso e che gestiscono i servizi di ambulanza. Troppo spesso coloro che assistono disinteressatamente i malati e i bisognosi diventano essi stessi vittime.

A questo proposito si sottolinea il ruolo dell'Ospedale della Sacra Famiglia di Betlemme, che serve tutti i bisognosi, indipendentemente dalla loro origine, nazionalità, credo religioso, nello spirito stesso dell'assistenza umanitaria prestata dall'Ordine di Malta, secondo la sua storica missione.

L'Ordine di Malta conclude invitando la comunità internazionale a compiere ogni sforzo possibile per porre fine all'escalation e alla spirale di violenza, per proteggere le vite umane e creare le condizioni per una soluzione globale e duratura del conflitto israelo-palestinese, nello spirito delle pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite. Lo status e il libero accesso a tutti i Luoghi Santi e ai siti religiosi in Terra Santa dovrebbero essere garantiti. Tutte le parti interessate dovrebbero cooperare per evitare l'ulteriore diffusione di una cultura ispirata all'odio e all'estremismo.

La Terra Santa e il suo popolo occupano un posto speciale nel cuore del Sovrano Ordine di Malta.

(DIRE)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news