24 agosto 2016 ore: 12:13
Non profit

Terremoto, appello Avis Lazio: “Donate sangue negli ospedali romani”

Nelle prossime ore i feriti verranno trasferiti in alcuni ospedali della capitale. Attivati centri di raccolta sangue: si può donare dalle 8 alle 11. Raccolte straordinarie saranno attivate nei centri Avis cittadini
Donazione sangue, trasfusione

- ROMA – Un invito a donare, in tutti gli ospedali del Lazio e in particolare in quelli romani, dove saranno trasferiti i feriti del terremoto che questa notte ha colpito il centro Italia, con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti. A lanciarlo è l’Avis regionale del Lazio, che già da questa mattina ha attivato i suoi centri in tutta la regione.

Dopo una donazione straordinaria questa mattina (dalle 8 alle 11) nell’ospedale Camillo De Lellis di Rieti, infatti, ora si chiede sangue in tutta la regione. “Si prevedono spostamenti dei feriti dagli ospedali del reatino agli ospedali di Roma e Viterbo – spiega Roberto Andrelli di Avis Lazio -. L’emergenza a questo punto si sposta sulla capitale Abbiamo fatto richiesta di sangue su tutto il territorio regionalee abbiamo chiesto a che in tutti gli ospedali di Roma si possa donare dalle 8 alle 11 tutti i giorni”. Da domani mattina, quindi, ci si potrà recare nelle strutture ospedaliere romane. L’orario rimane quello mattutino: “con questo caldo vogliamo evitare che le persone si sentano male, quindi meglio evitare le ore più calde” aggiunge Andrelli. L’Avis ricorda, inoltre, che prima di donare si può anche mangiare: due fette biscottate e un the o un caffè. Oltre alle donazioni in ospedale verranno attivate raccolte di sangue straordinarie in tutte le sezioni Avis cittadine. Per informazioni contattare la sede Avis più vicina alla propria città.

 

© Copyright Redattore Sociale