24 agosto 2016 ore: 15:55
Disabilità

Terremoto, Uildm a disposizione per aiutare le persone disabili

L'associazione esprime "profonda vicinanza e solidarietà" e "si mette a disposizione innanzitutto delle persone con malattie neuromuscolari e con disabilità residenti nelle zone interessate, ma anche di coloro che possano avere bisogno di aiuto"
Terremoto nel centro italia - Macerie (24 agosto 2016)

ROMA - Uildm esprime "profonda vicinanza e solidarietà" alle popolazioni che vivono tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo e che la notte scorsa sono state colpite da un forte sisma. Dopo la prima, violentissima scossa delle 3.30 circa con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, avvertita fin oltre l’Emilia Romagna e la Campania, sono decine le scosse che si continuano a registrare, anche di forte intensità.

La situazione più drammatica e difficile interessa i comuni di Accumoli e Amatrice, in provincia di Rieti, e Pescara del Tronto, frazione di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. "In queste ore la priorità assoluta viene data agli interventi di soccorso alle tante persone che ancora si trovano sotto le macerie e a quelle che nella notte sono rimaste ferite o hanno perso le proprie abitazioni. - prosegue la nota - Nessun bilancio è ancora possibile, ma da quanto si apprende dai mezzi di informazione il sisma ha provocato molte vittime e danni ingentissimi".

Uildm, oltre ad essere vicina alle popolazioni colpite, "si mette a disposizione innanzitutto delle persone con malattie neuromuscolari e con disabilità residenti nelle zone interessate, ma anche di coloro che possano avere bisogno di aiuto. Invitiamo quindi queste persone a contattare la Direzione Nazionale Uildm (direzionenazionale@uildm.it, tel. 049 8021001), che tramite le proprie sedi locali si attiverà per un sostegno a coloro che stanno vivendo un dramma che riguarda tutto il Paese.

© Copyright Redattore Sociale