16 ottobre 2020 ore: 12:55
Economia

Torna “Dona la spesa”, raccolta di cibo per chi è in difficoltà

Domani 17 ottobre sarà possibile scegliere direttamente i prodotti da donare, acquistarli e consegnarli ai volontari. L'iniziativa promossa da Coop doveva aver luogo a marzo, ma causa lockdown si è trasformata nel progetto “Spesa Sospesa”, che ha devoluto in solidarietà un ammontare pari a oltre 600 mila euro nei mesi scorsi

ROMA - Torna  sabato 17 ottobre “Dona la spesa”, la raccolta alimentare di beni di prima necessità promossa da Coop nella Giornata internazionale per l’eliminazione della povertà istituita dall’Onu nel 1992. Chiunque vorrà, socio o cliente, potrà scegliere direttamente i prodotti da donare, acquistarli e consegnarli ai volontari presenti ai presidi, soci volontari Coop e rappresentanti delle associazioni beneficiarie, facilmente riconoscibili grazie a delle apposite pettorine. "Un meccanismo semplice ma non banale, costruito nel tempo in stretta collaborazione con le Associazioni e le reti di volontariato impegnate sul territorio nel contrasto alla povertà. - commenta Coop - Un’iniziativa che doveva aver luogo già a marzo, ma causa lockdown si è trasformata nel progetto “Spesa Sospesa” (un sostegno eterogeneo con gift card da 1 a 10 euro, spazi appositi nei punti vendita per la raccolta di prodotti di prima necessità acquistati direttamente da soci e clienti, donazione dei punti e contributi diretti da parte delle cooperative e anche dei dipendenti) che ha  devoluto in solidarietà un ammontare pari a oltre 600.000 euro nei mesi scorsi. Un contributo rilevante, se si considera l’ultimo dato registrato dall’Istat che quantifica in 5 milioni le persone in Italia in condizioni di povertà assoluta. E proprio la  sconfitta di fame e povertà sono i primi due obiettivi per lo sviluppo sostenibile posti dalle Nazioni Unite nell’Agenda 2030".

Nel 2019 le due date (maggio e ottobre) di “Dona la Spesa” avevano raccolto complessivamente 1.361 tonnellate di prodotti, coinvolgendo 703 punti vendita (il 70% della rete di vendita), 892 associazioni e 9.762 volontari. E da alcuni anni nel mese di settembre si realizza anche una raccolta di materiale scolastico (zaini, astucci, diari, pennarelli, pastelli, matite, penne, quaderni, raccoglitori, dizionari, album, articoli per il disegno tecnico e risme di carta) sempre in supporto alle associazioni locali che si occupano di dispersione scolastica e aiuti alle famiglie in difficoltà con ragazzi in età scolare. Lo scorso mese di settembre sono stati donati oltre 600.000 articoli per un valore di circa 1 milione di euro a 561 associazioni beneficiarie.

"Le raccolte solidali si affiancano all’impegno di sempre - ricorda Coop  - sul versante della lotta agli sprechi alimentari (progetto Buon Fine) con devoluzione delle eccedenze alimentari a organizzazioni solidali. Buon Fine ha garantito nel 2019 circa 6 milioni e 600.000 pasti, coinvolgendo  una rete di  630  punti vendita da Nord a Sud e 905 associazioni beneficiarie. In termini economici si tratta di quasi 5 mila tonnellate di merce per un valore pari a 30 milioni di euro".

© Copyright Redattore Sociale

in calendario