8 luglio 2013 ore: 12:55
Economia

Toscana, l’appello della regione agli agricoltori contro gli infortuni sul lavoro

Dopo gli ultimi incidenti, tra cui quello di ieri in cui ha perso la vita un giovane di 17 anni, l’assessore Marroni rivolge un appello ai lavoratori in agricoltura
Campagna, agricoltura, Orto generico

FIRENZE - Dopo gli ultimi incidenti che in quest’ultimo periodo hanno provocato la morte di agricoltori (ieri è morto un ragazzo di 17 anni) l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni rivolge un appello agli agricoltori perché aderiscano al progetto pilota varato dalla regione proprio per prevenire gli infortuni in agricoltura.
Partendo dai dati infortunistici che evidenziano come il trattore e il motocoltivatore siano tra i maggiori responsabili di infortuni gravi e mortali, la regione Toscana ha varato (decreto del 28 dicembre 2012) il piano mirato regionale “Progetto pilota per l’assistenza nell’implementazione  della sicurezza delle attrezzature agricole nelle micro/piccole aziende”. Il progetto prevede un finanziamento complessivo di 700 mila euro per l’adeguamento di trattori e motocoltivatori dei lavoratori autonomi (arco di protezione e cinture di sicurezza). I soggetti individuati per ricevere il finanziamento sono i conduttori di aziende individuali, con età del conduttore avanzata e dotazione di mezzi vetusti: cioè quelle aziende in cui i conduttori non sono propensi ad investire, ma che comunque proseguono l’attività agricola, per necessità o per passione. Il progetto finanzia il 50% degli adeguamenti necessari a mettere in sicurezza il trattore e/o il motocoltivatore per un massimo di 1.500 euro ad azienda. A fronte di questo incentivo, il soggetto beneficiario si impegna a frequentare un’attività di formazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

 

© Copyright Redattore Sociale