22 ottobre 2020 ore: 17:05
Welfare

Toscana, Serena Spinelli nuova assessora al sociale

Classe 1973, è medico pediatra e avrà la delega anche alla cooperazione internazionale e alle case popolari: “Provengo da una famiglia operaia e antifascista”
Serena Spinelli

FIRENZE - Classe 1973, Serena Spinelli è la nuova assessora alle politiche sociali, all’edilizia residenziale pubblica e alla cooperazione internazionale della Regione Toscana, guidata dal neo governatore Eugenio Giani. “Provengo da una famiglia operaia e antifascista  ha scritto nel suo sito - Sono sposata e ho due figli: Pietro che ha tredici anni e Agnese che ne ha nove”. Medico pediatra, ha iniziato a lavorare nel reparto di Pronto Soccorso dell’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze. 

“Come molte donne  ha scritto - cerco ogni giorno di conciliare il lavoro con la vita, a partire da quella complessa e meravigliosa di mamma di due figli. E con la mia passione per l’impegno politico, la voglia di migliorare quello che ci circonda e di mettersi al servizio della collettività.   Ho iniziato a farlo fin da piccola, come volontaria alle Feste dell’Unità e nella Casa del Popolo di Compiobbi, il mio paese. Sono sempre stata attiva nel volontariato, che reputo uno straordinario patrimonio di solidarietà e socialità”. 

 

Dal 1999 al 2009 è stata assessore all’istruzione e al turismo a Fiesole. “Un’esperienza che mi ha insegnato a confrontarmi ogni giorno con scelte e decisioni e a relazionarmi con la complessità di una comunità di cittadini. Ho imparato sul campo che cosa significa amministrare e come una buona amministrazione possa essere il motore per attivare le forze e le energie positive presenti all’interno della comunità stessa”.

 

Dal 2015 al 2020 è entrata in Consiglio regionale, è uscita dal Pd per formare il gruppo di Articolo 1. In Consiglio regionale, dice “ho sempre cercato di tenere insieme l’attività istituzionale e politica con il costante il rapporto con il territorio, i cittadini, le associazioni, le organizzazioni sindacali e di categoria”. All’interno del Consiglio regionale ha fatto parte della Commissione Sanità e Politiche sociali ed è stata presidente dell'Osservatorio regionale sul gioco d'azzardo patologico e mi sono impegnata a fondo nel tavolo regionale per la piena applicazione della Legge 194. 

 

 

© Copyright Redattore Sociale