29 marzo 2013 ore: 14:45
Società

Troppe “baggianate sull’autismo”: una puntata speciale di Melog per fare chiarezza

Andrà in onda, su Radio24, il 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale. Il conduttore Nicoletti: “Sull’autismo in Italia regna l’ignoranza e molti ne approfittano”

ROMA – Andrà in onda il 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale dell’autismo, una puntata speciale di “Melog”, la trasmissione diretta da Gianluca Nicoletti su Radio 24. L’obiettivo è fornire informazioni corrette su una sindrome su cui “in troppe occasioni – spiega Nicoletti – i media si fanno megafoni di inesattezze, se non totali baggianate”. Ad intervenire per fare chiarezza, saranno chiamati esperti neuropsichiatri, genetisti, rappresentanti di massimo livello scelti tra quanti operano in Italia con criterio scientifico nel campo dell’autismo: tra questi. Luigi Mazzone (ricercatore del Bambino Gesù in neuropsichiatria infantile), Carlo Hanau (docente di Programmazione e organizzazione dei servizi sociali e sanitari all’Università di Modena e Reggio Emilia e membro del comitato scientifico dell’Angsa), Elena Maestrini (docente di genetica all’Università di Bologna), Maurizio Arduino (responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger di Cuneo).
 
“Ho qui già parlato delle ‘stregonesse dell’autismo’ – ricorda Nicoletti - di cui ho avuto da chi mi scrive notizia e segnalazione, come la storia  di una psicanalista che ha ‘in cura’(?) un ragazzo autistico. La madre spende cifre assai considerevoli in un trattamento totalmente inutile, mi è stato detto che lui si strappa tutti i capelli e la ‘dottoressa’ dice alla famiglia che è un bene perché così si libera dalla tensione. Sull’ autismo in Italia regna l’ ignoranza e molti ne approfittano”. Nicoletti, che recentemente ha pubblicato per Mondadori un libro-diario sul figlio autistico, è anche per questo considerato da molti “interlocutore informato” e quindi “ne sento di tutti i colori. Ho saputo di laureati in lettere che prescrivono farmaci, somministrano diete, fanno diagnosi. Ho saputo di famiglie spolpate, di madri illuse, di ragazzi inutilmente stressati. Ne scriverò quando avrò certezza e fonti verificabili. Chi ne avesse mi scriva a miofiglioautistico@gmail.com o intervenga martedì a Melog chiamando in diretta al numero verde 800240024”.

© Copyright Redattore Sociale