22 marzo 2022 ore: 14:39
Disabilità

Ucraina, 14enne con paralisi cerebrale trasferita in Polonia

Insieme a lei altri dieci bambini con paralisi cerebrale, sindrome convulsiva e microcefalia, che saranno presi in cura dagli ospedali di Lublino, Gdynia, Danzica e Varsavia

ROMA - Kira, 14 anni, ha difficoltà ad alzarsi dal letto, sedersi e camminare a causa di una grave malattia cerebrale. Per ricevere una terapia più appropriata ha bisogno di ulteriori test, ma in Ucraina è impossibile a causa della guerra. Per questo sta lasciando il Paese ed è diretta con un pullman in Polonia, insieme ad altri dieci bambini con paralisi cerebrale, sindrome convulsiva e microcefalia, che saranno presi in cura dagli ospedali di Lublino, Gdynia, Danzica e Varsavia. A causa dei combattimenti nella sua nativa Kharkiv, la ragazza fu costretta a lasciare la città e ad andare prima a Poltava e poi a Leopoli. A darne notizia è l'ospedale di Leopoli, che sul suo profilo Facebook fa sapere che "i medici del Centro pediatrico specializzato dell'Ucraina occidentale hanno preparato Kira per diversi giorni prima di farla trasferire in Polonia, per essere curata in una clinica specializzata".

Ad accompagnare i piccoli pazienti al confine, consegnandoli nelle mani dei colleghi polacchi, sono due operatori sanitari dell'Ospizio Mobile per Bambini di Lviv.

"I bambini con le loro famiglie vivranno in condizioni confortevoli in ospedali, ospizi, case di tipo familiare e riceveranno cure mediche. Tutti- fa sapere infine l'ospedale di Leopoli nel post- sperano che lasceranno solo temporaneamente le loro case a Zaporizhia, Poltava, Kharkiv e che torneranno sicuramente nella pacifica Ucraina dopo il trattamento". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news