25 febbraio 2022 ore: 15:46
Non profit

Ucraina, il Csv Belluno Treviso si mobilita per la pace

Sabato 26 febbraio  aderisce ai presidi contro la guerra organizzati dai Sindacati territoriali a Belluno e Treviso. "Conflitto di una gravità inaudita"

ROMA - Il Csv Belluno Treviso si mobilita per la pace in Ucraina e scende in piazza aderendo ai presidi contro la guerra indetti dai Sindacati territoriali per domani, sabato 26 febbraio, a Belluno (ore 11.00, Parco Città di Bologna) e a Treviso (ore 16.00, Piazzetta Aldo Moro).  "Il mondo del Volontariato e del Terzo Settore è estremamente preoccupato per la guerra che sta sconvolgendo l'Ucraina – afferma Alberto Franceschini, presidente del Csv Belluno Treviso –: un conflitto di una gravità inaudita, alle nostre porte, che sta mettendo a rischio la vita di milioni di persone e i già precari equilibri politici e sociali europei, di fronte al quale non possiamo restare inermi. Siamo pronti a fare la nostra parte e per questo il Csv Belluno Treviso, e molti delle realtà associative e dei volontari dei nostri territori, aderiscono alle mobilitazioni indette dai Sindacati, chiamando a raccolta tutti gli uomini e le donne di buona volontà per lanciare un messaggio forte, esprimere solidarietà al popolo ucraino e dire 'no' alla guerra".

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news