14 agosto 2019 ore: 10:16
Società

Un anno fa il crollo del ponte Morandi, oggi la commemorazione delle vittime

L'arcivescovo Angelo Bagnasco celebrerà la Messa alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e del premier Giuseppe Conte
Agenzia Dire Il crollo del Ponte Morandi

ROMA – Oltre 60 operatori e 14 mezzi in servizio. E’ la task force prevista dalla direzione del 118 della Liguria per la commemorazione dell’anniversario del crollo di Ponte Morandi, questa mattina a Genova nell’area di cantiere davanti alla costruenda pila 9 del nuovo viadotto. In servizio ci saranno 10 ambulanze con tre operatori per ciascun mezzo, 10 squadre da due persone ciascuna di soccorritori a piedi, tre auto mediche con tre operatori l’una, un’ambulanza medicalizzata con tre operatori a bordo provvisti di rianimatore per la zona autorità.

Alle 10 l’arcivescovo del capoluogo ligure, cardinale Angelo Bagnasco, celebrerà la Messa in suffragio alla presenza, tra gli altri, del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dei due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, e di altri otto ministri. A fianco al governatore Giovanni Toti e al sindaco Marco Bucci, ci saranno anche diversi familiari delle 43 vittime, anche se in molti hanno preferito disertare quella che considerano l’ennesima passerella politica. Saranno 450 i posti previsti per seguire la cerimonia, a cui sarà presente anche l’imam della comunità genovese, mentre due maxi schermi all’ingresso nord e sud di via 30 Giugno, consentiranno la partecipazione a tutti i genovesi.

Lunedì sera, il sindaco Marco Bucci, in una nota, ha invitato tutta la cittadinanza a partecipare e, comunque, a osservare un minuto di silenzio alle 11.36, momento esatto della tragedia quando le campane di tutte le chiese della città e le sirene del porto suoneranno a lutto. La Messa sarà seguita da alcuni brevi interventi istituzionali e dei rappresentanti dei familiari delle vittime. Entrambi i momenti saranno trasmessi in diretta dalla Rai che distribuirà gratuitamente il segnale satellitare a tutte le altre emittenti. E, sempre oggi, sono previsti altri momenti di ricordo: alle 11 gli sfollati si ritroveranno come ogni mese sotto il ponte di ferro di via Fillak per deporre una corona di 43 rose bianche; sempre al mattino, alle 11.36, i commercianti di Certosa si troveranno per un momento di raccoglimento in piazza Petrella; alle 17, infine, una parte dei familiari delle 43 vittime si riunirà nei pressi del cantiere per ricordare i propri cari in forma privata, lontano dalle telecamere, e consegnare una trentina di targhe ai soccorritori. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale