26 aprile 2016 ore: 15:23
Economia

Una cooperativa di catering per i ragazzi a rischio e con disabilità

Al via a Palermo la selezione del progetto Symposium, finanziato dal Dipartimento per la gioventù e il servizio civile. Permetterà a 15 giovani di costruire un'impresa sociale. La selezione degli allievi e dei docenti è in programma il 30 aprile
Servizio catering

PALERMO - Un lavoro per i ragazzi più svantaggiati lontano da logiche assistenziali. Lo prevede il progetto Symposium: un corso di formazione mirato alla creazione di un’impresa cooperativa specializzata nel catering e formata da giovani dei quartieri a rischio di Palermo e per il 30 % da ragazzi che hanno una disabilità psichica lieve o moderata. E’ il progetto Symposium ideato dall’associazione palermitana "Volta La carta" in partenariato con La Linea della Palma e Kairos A.C.F.P. e finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del servizio civile che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.Il progetto può considerasi innovativo non solo perché unisce formazione e impresa sociale, aprendo una prospettiva reale di lavoro per quindici disoccupati e facendo educazione concreta alla legalità, ma perché prevede l’inserimento tra i soci anche di 5 soggetti con lievi disabilità psichiche lanciando anche una sfida di inclusione sociale. 

"Il progetto mira prima di tutto all'educazione alla legalità - spiega Claudia Cincotta, presidente dell'associazione Volta la carta - di ragazzi che se lasciati soli, senza un lavoro e senza un progetto di vita, potrebbero magari più facilmente essere attratti da altre strade. Uscendo poi, completamente sia da logiche assistenziali che esclusivamente formative, vogliamo fornire a questi giovani l'opportunità di costruirsi un futuro che parta dall'acquisizione delle competenze per avviare un'impresa sociale. Ci saranno anche ragazzi con un disagio psichico moderato che potranno benissimo spendersi per lavorare all'impresa. In questo caso favoriamo sicuramente un ambiente protetto favorito e sostenuto da personale competente". "A conclusione del progetto ci sarà, infatti, la fase dell'incubazione d'impresa sociale - continua Claudia Cincotta - per cui i ragazzi avranno a disposizione un commercialista che gli indicherà come muoversi, un consulente del marketing e un sito. Inoltre avranno cinque catering promozionali da erogare gratuitamente ad enti con cui si spera di fare delle convenzioni. Sappiamo che un percorso impegnativo ma crediamo che sia molto importante portare avanti un progetto che, partendo proprio dal riscatto sociale pensi al loro futuro".

Il progetto è articolato in due fasi: una formativa di 200 ore e l’altra di costituzione e avviamento di una cooperativa di catering in grado di stare sul mercato. La selezione degli allievi e dei docenti è prevista il 30 aprile. I bandi sono visionabili sul sito e prevedono, infatti, la selezione di 15 allievi e 8 docenti. L’avviso rivolto agli allievi si rivolge a giovani tra i 18 e i 28 anni, disoccupati/inoccupati o in stato di abbandono scolastico che risiedono in uno dei quartieri a rischio di Palermo.

Tra i requisiti c’è anche il possesso di esperienze nel settore (perché si proviene da una formazione alberghiera o perché si è fatta esperienza sul campo). Il 50% dei posti è riservato a donne, con particolare riguardo a quelle in disagio sociale e il 30% a giovani con disabilità psichiche. 

La selezione prevede il superamento di tre prove: una scritta, una di gruppo e un colloquio motivazionale. La prova scritta prevede la somministrazione di un questionario a risposta chiusa su temi di cultura generale e materie di riferimento (catering e ristorazione). Le domande vanno inoltrate entro il 30 aprile attraverso il sito. Per quanto riguarda la selezione dei docenti, invece, le figure ricercate sono otto, una per ogni modulo di insegnamento previsto: sicurezza nei luoghi di lavoro, inglese di base, informatica di base, lavoro in team, cultura e gestione d’impresa, elementi di scienza dell’alimentazione, servizio catering e ristorazione, estetica nella preparazione dei piatti. L’età limite è di 35 anni. Anche in questo caso le domande insieme al curriculum vitae vanno presentate entro il 30 aprile 2016 per mail: lalineadellapalma@pec.it. 

L'ente capofila del progetto è l'associazione Volta la carta onlus che nasce a Palermo nel 2004 su iniziativa di operatori del disagio psichico finalizzata all'integrazione della persona con disagio psichico. Grazie ai fondi del 5 per mille raccolti nel 2010, l’associazione ha allestito una sede dotata di una cucina per attività laboratoriali, una lavagna Interattiva multimediale, un impianto di amplificazione e una sala informatica. Attualmente l’associazione è composta da varie professionalità tra cui psicologi, pedagogisti, tecnici della riabilitazione psichiatrica e operatori competenti e formati sul disagio psichico.

Kairos A.C.F.P. (Association for Criminal and Forensic Psychology) è stata costituita a Palermo nel giugno del 2011 da un gruppo di psicologi e gestisce sportelli di ascolto e sostegno a favore delle vittime di persecuzione e violenza, portando avanti iniziative e progetti per la tutela delle vittime di devianza, mafia, usura, marginalità, violenza, mobbing e stalking.

La Linea della Palma è un’associazione senza scopo di lucro, nata nel 2004 dall’iniziativa di un gruppo di giovani professionisti siciliani con la mission di creare nel territorio di riferimento nuove opportunità di sviluppo, economico e culturale, e di crescita occupazionale. Tra i partner esterni ci figurano anche il Addiopizzo e l'istituto alberghiero Pietro Piazza. (set) 

© Copyright Redattore Sociale