29 novembre 2023 ore: 16:05
Società

Unicef, in Burkina Faso più di 1 bambino su 10 a rischio malnutrizione acuta

Su 18 comuni e 7 località in cui è stata svolta l’indagine, tassi alti di malnutrizione sono stati rilevati in 15 aree. Altre 7 sono state categorizzate come aventi tassi di diffusione molto elevati, superiori alla soglia di emergenza
©UNICEF/UNI394756/Dejongh Foto solo per pezzo Unicef

Bambino lavora in una miniera in Burkina Faso

ROMA -  L’Unicef avverte che, secondo i nuovi dati, in Burkina Faso l’insicurezza sta spingendo più di 1 bambino su 10 sotto i 5 anni verso la malnutrizione acuta in 22 delle 25 aree fortemente colpite prese in esame. Il Ministero della Salute e dell’Igiene Pubblica, con il supporto dell’Unicef e dei partner ha commissionato un’indagine nutrizionale rapida[1] a luglio 2023 su 25 municipalità e località nelle regioni di Boucle du Mouhoun, Centro-Nord, Nord, Sahel, Est e Centro-Est.

 

“In tante regioni colpite dal conflitto, stiamo vedendo un incremento del numero di bambini gravemente malati che soffrono di malnutrizione acuta e hanno bisogno di cure salvavita. Questo livello alto dei tassi di malnutrizione ci ricorda il profondo costo umano dell’insicurezza,” ha dichiarato John Agbor, Rappresentante dell’Unicef in Burkina Faso.

 

Su 18 comuni e 7 località in cui è stata svolta l’indagine, tassi alti di malnutrizione sono stati rilevati in 15 aree. Altre 7 sono state categorizzate come aventi tassi di diffusione molto elevati, superiori alla soglia di emergenza del 15%, con 1 bambino su 5 in 3 comunità e località che soffre di malnutrizione acuta. I tassi tra le famiglie sfollate e le comunità ospitanti erano simili. L'indagine mostra anche che la situazione nutrizionale delle donne in gravidanza e in allattamento è altrettanto preoccupante, con tassi di malnutrizione acuta globale (GAM) che variano dal 2,5 al 9,9%.

 

L'accessibilità limitata ad alcune località, la limitazione dei servizi in alcune strutture sanitarie e mercati alimentari e la scarsa disponibilità di infrastrutture idriche e igieniche, sono tutti fattori che contribuiscono agli alti tassi di malnutrizione acuta tra i bambini del Burkina Faso. Ad esempio, ad agosto 2023, il Ministero della Salute e dell'Igiene pubblica ha riferito che circa 778 strutture sanitarie erano chiuse o operavano a capacità minima, privando 3,6 milioni di persone di assistenza sanitaria e nutrizione. In tutto il Paese, si stima che quest'anno più di 630.000 bambini sotto i 5 anni rischiano di soffrire di malnutrizione acuta, tra cui 172.000 della forma acuta grave, secondo la Classificazione Integrata delle Fasi (IPC).

 

L'Unicef e i suoi partner hanno sostenuto il trattamento di circa 211.000 bambini colpiti da malnutrizione acuta, tra cui 98.000 casi gravi, tra gennaio e ottobre di quest'anno. Ciò rappresenta un aumento del 30% e del 21,4%, rispettivamente, rispetto alla casistica dei tre anni precedenti.

 

Il Piano di risposta umanitaria e la Panoramica dei bisogni umanitari 2023 stimano che siano necessari almeno 54 milioni di dollari per l'assistenza nutrizionale in Burkina Faso. Ad oggi, è stato ricevuto meno di un terzo di questo budget. L'Unicef chiede maggiori finanziamenti flessibili, tempestivi e a lungo termine per soddisfare le crescenti esigenze dei bambini e delle loro famiglie. Gli operatori umanitari e le forniture devono raggiungere in sicurezza i bambini e le famiglie più vulnerabili dove è urgente. Qualsiasi interruzione o ritardo nella consegna degli aiuti ha un impatto negativo sulla sopravvivenza dei bambini e delle loro famiglie.

 

"Insieme al governo, l'Unicef e i partner stanno lavorando per garantire che nessun bambino soffra di malnutrizione. Continuiamo a portare avanti interventi vitali per prevenire la malnutrizione e l'assistenza nonostante le sfide logistiche e di sicurezza", ha dichiarato Agbor.

 

 

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news