24 novembre 2013 ore: 13:35
Giustizia

Uomo si impicca nel carcere di Benevento. I suicidi in cella salgono a 46

Ristretti Orizzonti: "Dall'inizio dell'anno le morti sono 141, 46 le persone che si sono tolte la vita".Il sindacato di polizia penitenziaria: "Non ne possiamo più di lavorare in queste condizioni"
Marta Sarlo/Contrasto Carcere: detenuti dietro le sbarre

Foto di Marta Sarlo

boxROMA - Un ragazzo di 29 anni, originario di Taranto, si è tolto la vita nel carcere di Benevento. Il detenuto è stato o trovato impiccato con una coperta alla finestra della sua cella. Per il momento gli inquirenti ipotezzano una morte volontaria. Il dramma si è consumato ieri pomeriggio nel carcere di contrada Capodimonte. A far scattare l’allarme sono stati gli agenti della Polizia penitenziaria che durante un normale giro d’ispezione hanno trovato il giovane già morto. Lo riferisce in una nota l'associazione Ristretti Orizzonti, che denuncia l'ennesima morte in carcere: sono 141 e detenuti deceduti dall'inizio dell'anno, 46 quelli che si sono suicidati.

Nelle prossime ore sul corpo del ragazzo sarà eseguita l’autopsia che dovrà accertare le cause della morte. "Non è la prima volta che nel carcere di Benevento si registrano episodi del genere -sottolinea l'associazione -. Lo scorso 14 ottobre un poliziotto penitenziario aveva salvato un altro detenuto che aveva tentato di togliersi la vita impiccandosi con degli asciugamani. Non era andata così, invece, nell’aprile del 2010 quando Carmine B., 39 anni, di Napoli, che aveva da poco cominciato a collaborare con la giustizia, si era ucciso utilizzando una calzamaglia sportiva che aveva legato alla porta della cella. Ed ancora, precedentemente, nel 2005: un giovane di Benevento, Cosimo Altieri, di 31 anni, si era impiccato con i lacci delle scarpe e Osvaldo R., 61 anni, si era ucciso strozzandosi con un lembo del lenzuolo".

"Oltre al dispiacere che si vuole sottolineare da parte del personale di Polizia Penitenziare per il decesso di un giovane di anni 29, e con rabbia che si grida che la Polizia non ne può più di lavorare in condizioni date dalla carenza di personale e dal sovraffollamento dei detenuti -sottolinea l'Osapp - Benevento a tutto ciò non ne è immune, le istituzione a vari livelli blaterano da tempo remote soluzioni o ipotesi in tal senso, ma a tutt’oggi nulla di fatto o in atto. Non occorre costruire nuovi carceri, basta avviare quelli esistenti da tempo e mai avviati per carenza di personale, tagli economici ad ambio raggio".

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario