14 dicembre 2015 ore: 11:12
Economia

Venti senza dimora accolti nella chiesa del Policlinico di Milano

Grazie alla Fondazione Ca' Granda Policlinico e a Progetto Arca, all’interno della chiesa è stato allestito un vero e proprio Centro di accoglienza con 20 posti letto. Le persone accolte vengono individuate tra coloro che già abitualmente trascorrono la notte nell’area del Policlinico
Senza dimora dormitorio Bologna

MILANO - Una chiesa e un ospedale sono già di per sé luoghi di accoglienza per persone in difficoltà. Ma da oggi la chiesa di via Pace 9, all'interno del Policlinico di Milano, ospita una ventina di senza dimora che hanno bisogno di tutto: un tetto, pasti caldi, un cambio di vestiti, kit per l'igiene, qualcuno capace di ascoltare. Grazie alla Fondazione Ca' Granda Policlinico e a Progetto Arca, all’interno della Chiesa è stato allestito un vero e proprio Centro di accoglienza con 20 posti letto. Le persone accolte vengono individuate, dagli operatori di Progetto Arca, tra coloro che già abitualmente trascorrono la notte nell’area del Policlinico. Per questi ospiti, le porte della Chiesa-Centro si aprono la sera alle 17; il giorno dopo l’uscita è alle ore 8. In caso di condizioni precarie di salute, sarà invece garantita all’ospite un’accoglienza H24 in un’altra struttura attrezzata di Progetto Arca. Inoltre gli operatori inviteranno gli ospiti a frequentare nelle ore diurne i servizi a disposizione in città, come il presidio sanitario e le docce presso l’hub nel sottopasso Mortirolo e il supporto psicologico presso il Centro di via Mambretti.

“Anno dopo anno, ma anche giorno dopo giorno, cerchiamo di migliorare sempre più l’accoglienza che offriamo alle persone senza dimora che a noi si affidano inizialmente per trovare un riparo e poi per ritrovare una strada e ricominciare a vivere con dignità”, commenta Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca. “Questa iniziativa - spiega Luigi Macchi, direttore generale della Fondazione Ca' Granda Policlinico di Milano - ci permette di potenziare quella che è la vera missione del nostro ospedale, ovvero assistere le persone fragili e che hanno bisogno di aiuto. Poter contribuire a questo progetto ci dà anche la possibilità di dare continuità al Progetto Homeless, con il quale abbiamo voluto contribuire a dare un luogo più accogliente e decoroso dove passare la notte ai senza fissa dimora”. Questi 20 posti letto si aggiungono ai 325 che Progetto Arca offre quotidianamente a Milano (nei Centri di via Mambretti e via Sammartini), dove vengono accolti in particolare uomini singoli. (dp)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news